Taglio delle ferrovie: la riflessione dell\'Utp

treno 21/11/2008 - In questi giorni - giustamente - ci sono osservazioni e proteste per i nuovi orari e tagli di fermate degli Eurostar  Rimini-(Ancona)-Roma e viceversa, fra le quali si discute molto sulla trasformazione in ES del Gentile da Fabriano e la maggiore tariffa da pagare.

In merito a ciò vi è da osservare che il Gentile da Fabriano era un Regionale di lusso di sola prima classe appartenente alla Direzione Regionale Passeggeri di Trenitalia delle Marche e di conseguenza veniva applicata la tariffa regionale di prima classe più bassa di quella nazionale a prezzi di mercato.Infatti gli Eurostar appartengono alla Divisione Passeggeri Nazionale di Trenitalia,che come detto,applica Tariffe di mercato non basate sulla distanza chilometrica come le tariffe regionali e quindi più alte delle tariffe regionali. Comunque vi è ancora da dire che negli Eurostar c\'è anche la seconda classe ed il prezzo del biglietto sulla relazione Falconara Marittima-Roma è di circa Euro 22,e se si ha la fortuna di trovare posti liberi con la tariffa Amica c\'è anche lo sconto del 20%.(Forse poche persone sono a conoscenza di detta tariffa). Inoltre gli ETR450-cosiddetti Pendolini-hanno per tutto il treno un ambiente di prima classe con poltrone disposte a tre per fila e non a quattro come nei comuni ambienti di seconda classe.


Di conseguenza la scrivente non si rammarica di ciò,ma piuttosto del taglio delle fermate come quella di Jesi. Anche se è vero che i treni classificati Eurostar debbano collegare due città il più velocemente possibile e con un numero minimi di fermate, se non addirittura il tragitto non-stop,per la linea Ancona-Roma serve un\' eccezione,vista anche la scarsa presenza di treni regionali nell\'arco della giornata. Per mantenere,comunque,tutte le fermate soppresse,sarebbe bene declassarli a InterCity,cosa che due anni fa Trenitalia aveva già deciso e poi ci ha ripensato. Altra cosa di cui si parla come attuale:la soppressione della fermata di Senigallia al Rimini-Roma della mattina.Forse qualcuno ha dimendicato che è già dallo scorso dicembre 2007 che il detto ES non effettua più la fermata di Senigallia.

da Antonio Bruno
Segr. Prov. Associazione Utenti Trasporto Pubblico




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 novembre 2008 - 1123 letture

In questo articolo si parla di attualità, antonio bruno, treno


Anonimo

c.v.d. (come volevasi dimostrare)<br />
i pendolari e i poveracci stanno pagando l\'Alta Velocità, con tagli alle fermate dei treni ordinari e aumenti dei prezzi (treni passati a classi superiori pur rimanendo uguali! Un pretesto per aumentare il biglietto!) e carrozze che continuano ad essere sporche...<br />
<br />
La fermata a Senigallia dell\'Eurostar Rimini-Ancona-Roma è stata tolta da quel dì... per andare a Roma da Senigallia occorre prendere il regionale fino a Falconara e da qui prendere l\'\"Eurostar\" per Roma. Il termine Eurostar l\'ho messo tra virgolette, perché quello per Roma è tutto tranne un Eurostar... sarebbe meglio definirlo Eurocesso...!<br />
Ooops, pardon mi è scappato il francesismo...<br />
chissà che Trenitalia ora non mi quereli....<br />
<br />
Beh, allora ne approfitto va.... se si fa trenta, tanto vale fare trentuno....<br />
<br />
Avete mai preso il regionale Milano-Bergamo?<br />
Quello che è finito anche su Striscia la Notizia? Sempre super affollato, tanto che la gente non riesce nemmeno a respirare... perché i treni sono infinitamente inferiori alle esigenze dei passeggeri, anzi stanno continuando a sopprimerli?<br />
Bene, non c\'è \"solo\" questo problema, si tratta forse di uno dei treni più luridi d\'Italia....<br />
Io uno schifo come sul regionale Milano-Bergamo non l\'ho mai visto...!<br />
<br />
Ma che ci volete fare, per le Ferrovie Italiane, pardon Trenitalia, i pendolari sono passeggeri di serie B...

Off-topic

Che strano... ho postato un commento ma me l\'ha messo in moderazione... eppure ero \"loggata\"...<br />
mah!

Paolo Tramannoni

Il Gentile da Fabriano non è (era?) un succedaneo dell\'Eurostar, ma un treno rispettoso delle esigenze specifiche dei marchigiani (e degli umbri): comodo per lavorare in treno, pulito, con fermate nei maggiori centri, che in queste zone sono sempre più piccoli (o \"diffusi\") che in altre aree del paese.<br />
<br />
Un Eurostar, regolato in base a norme nazionali, può fermarsi solo in centri di dimensioni rilevanti, e dubito che ci siano città marchigiane che possano giustificare una sua fermata su base numerica. Non è quindi questione di avere un \"regionale di lusso\", ma di avere treno adeguato alla nostra misura e alle nostre esigenze specifiche.<br />




logoEV