Nottenera, anteprima al Lazzaretto

Ancona 20/08/2009 - Giovedì 20 agosto, dalle 21.30 alle 24, \"Anteprima Nottenera: comunità, linguaggi e territorio\" alla Mole Vanvitelliana di Ancona.

Ideal Review e AzioneGradoZero presenteranno \"Up\", videoambiente per tre spettatori alla volta, con ingresso gratuito e proiezione ogni 6 minuti. L\'Anteprima al Lazzaretto è un\'inizativa di Nottenera, la manifestazione che si svolgerà sabato 22 agosto, dal tramonto a Serra de\' Conti (An), in collaborazione con Arci Ancona. \"Up\", di Fabrizio Zanuccoli, Mariano Marini e Rudy Mazzoni, è \"l\'atto che si vede compiere, gesto di liberazione intima e personale, figura come una fuga, l’uscita da un luogo, l’uscire del corpo, voler andare in un altro luogo...tentativo del levarsi del corpo come un involarsi non malinconico né mitico...un andarsene su (Up), anche metafora del desiderio di elevazione fisica, concettuale, spirituale.


Della domanda-enigma amletico “essere o non essere”, si sperimenta la possibilità del qui ed ora, di esserci o Non esserci...per il disincanto quotidiano\". Ideal Review e AzioneGradoZero attivano assieme, dal 2005, progetti con l’ausilio del medio visivo sviluppando la necessità di esplorare le forme del linguaggio video nei modi della sperimentazione attorno alla rappresentazione della realtà, attraverso la ricerca di uno sdoppiamento che ne modifichi o alteri le sensazioni, le percezioni della stessa. Venerdì 21 agosto, alle 19.30, nel Giardino del Museo delle Arti Monastiche di Serra de\' Conti (An), ci sarà invece \"Conversazioni Nottenera-Dioniso e la festa\", un incontro con Sista Bramini, regista di \"O Thiasos Teatro Natura\".


Un appuntamento per approndire il tema di Nottenera09, quello della Festa. \"Esiste una Festa che invece di bruciare, costruisce? - si chiedono gli organizzatori -, che, anzichè contrapporsi al quotidiano, ne promuove nuove dinamiche? Una Festa che piuttosto che cercare la trasgressione punta alla consapevolezza? Che relazione ha la festa con i nostri ritmi di vita? Interrompe o è strumento di continuità? E’ possibile promuovere una festa che non abbia legami con la mercificazione e il commercio e che al contempo non sia nemmeno una ripetizione imposta di schemi culturali e di tradizioni? Può il termine Festa definire un lavoro fatto sul territorio che coinvolga trasversalmente persone di diversa provenienza culturale, sociale e d’età al fine di promuovere scambi, conoscenza, rispetto? Circondati quasi da un obbligo alla festa intesa più spesso come chiassoso strumento del non-pensiero e della dimenticanza, cosa intende Capitini quando dice che la festa “può soddisfare la parola inesprimibile da individuo a individuo” essendo al “di là dall’utile”? E’ festa l’armonia sociale e ambientale? E che legame c’è tra festa e identità?\". Nottenera è organizzata dall’Associazione teatrale e culturale TiVittori insieme al Comune e alla Pro Loco di Serra de\' Conti e all\'assessorato alla Cultura della Provincia di Ancona. Info www.nottenera.it.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-08-2009 alle 17:03 sul giornale del 20 agosto 2009 - 1375 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, nottenera





logoEV
logoEV