Inno alla terra, un evento di raccolta fondi in piazza a favore del Bosco di San Francesco

bosco 15/10/2009 - Il FAI – Fondo Ambiente Italiano invita tutti gli italiani a sostenere la campagna “La Terra di Francesco”, dedicata al restauro di un luogo-simbolo come il Bosco di San Francesco ad Assisi, donato al FAI nel 2008 da Intesa Sanpaolo, ma che abbraccia idealmente tutto il paesaggio italiano.

Un paesaggio sempre più in pericolo, per la mancanza di coscienza civile degli amministratori e per la colpevole distrazione dei cittadini. Un patrimonio immenso e irriproducibile che sempre più spesso e in modo sconsiderato viene consumato con conseguenze che peseranno sulle prossime generazioni.

La riscossa del paesaggio parte da Assisi, un luogo legato al messaggio di armonia di san Francesco, la cui vita ha sintetizzato il più alto modello di convivenza tra Uomo e Natura. Infatti il Bosco di San Francesco, ora abbandonato e trascurato – sebbene intatto - è un magnifico “luogo qualunque”, un ambiente dimenticato da far rivivere: 60 ettari di tipico paesaggio umbro, dominato dalla Basilica di San Francesco, ricco di colline, di radure, di uliveti, querce e lecci, alberi da frutto. Il recupero e la riqualificazione di questo straordinario ambiente italiano permetteranno gratuitamente ai milioni di visitatori e pellegrini di vivere un luogo la natura, la storia e lo spirito si fondono in una emozione unica.

Durante la campagna “La Terra di Francesco”, si terrà un grande evento nazionale a cura dei volontari del FAI: sabato 17 ottobre in oltre 70 città italiane – nelle Marche ad Ancona, Ascoli Piceno e Macerata - si darà vita all’“Inno alla Terra”, evento di raccolta fondi in piazza a sostegno del Bosco di San Francesco. Da ogni parte d’Italia si innalzerà simbolicamente un vero e proprio inno per la difesa del paesaggio italiano con la lettura in contemporanea del “Cantico delle Creature” e di altri brani francescani, con visite guidate gratuite ed eventi legati alla figura del Santo.

Nelle Marche le città che parteciperanno all’ “Inno alla Terra” sono: - ANCONA, Sabato 17 ottobre, ore 16.00. Chiesa di San Francesco alle Scale, via San Francesco alle Scale. Lettura del Cantico delle Creature a cura degli attori della Scuola Teatro del Liceo Classico e lettura dei Fioretti di San Francesco, accompagnata dal canto della Corale Belelli. Seguirà la visita guidata della Chiesa con l’accompagnamento dello storico dell’arte Polichetti e visita della Quadreria a cura dello storico dell’arte Andrea Donati.

- ASCOLI PICENO, Sabato 17 ottobre, ore 21.00. Chiesa di San Francesco. Lettura del Canto XI del Paradiso. Seguirà il Canto del “Dolce Sentire”: soprano con accompagnamento musicale del coro polifonico dei bambini della scuola media statale “Luciani”.

- MACERATA, Sabato 17 ottobre, ore 16.30.Chiesa di S.Maria di Chiaravalle presso l’ Abbazia di Fiastra. Letture dal Cantico delle Creature e commento della professoressa Lucia Tancredi. Intermezzi di musica sacra con organo. Alle 17.00 incontro con Monsignor Claudio Giuliodori, Vescovo di Macerata.

In occasione dell’evento Inno alla Terra, i volontari del FAI raccoglieranno fondi offrendo al pubblico confezioni di tisane - malva, infuso due fiori, melissa - generosamente donate alla Fondazione da Aboca: verrà richiesto al pubblico un contributo a partire da 8 euro per una confezione, 10 euro per due confezioni e 15 euro per tre confezioni. La raccolta fondi continuerà nei prossimi mesi in occasione di iniziative promosse dal FAI e organizzate dalla Delegazioni locali. Il FAI ringrazia Aboca per aver donato 45.000 confezioni di tisane per l’evento “Inno alla Terra” e tutti i volontari che rendono possibile l’iniziativa. Per sostenere il recupero del Bosco, inoltre, sarà possibile donare 2 euro inviando un SMS al 48548 da ogni cellulare personale Tim, Vodafone, Wind e 3 o con una chiamata da telefono fisso Telecom Italia. Il numero per la raccolta fondi sarà attivo fino a domenica 25 ottobre.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2009 alle 15:34 sul giornale del 16 ottobre 2009 - 1457 letture

In questo articolo si parla di fai, Fondo Ambiente Italiano, bosco





logoEV