Escrementi dei cani davanti all'entrata degli asili

cane Ancona 10/05/2010 - "Sono una mamma di due bambini che frequentano l’asilo nido Chicco di Grano in Via Torrioni, la strada che accede alla roccaforte della Cittadella".

Ogni mattina accompagno i miei figli di 3 anni e 1 anno all’asilo nido e puntualmente ad aspettarci davanti all’entrata della rampa di accesso alla struttura, c’è una bel “regalino” lasciato da qualche cane o meglio "dal padrone del cane". Un giorno mi sono chiesta a volte alta: “Ma cosa c’hanno in testa i padroni dei cani che lasciano gli escrementi qui ?”. Mi ha risposto mia figlia più grande: “La cacca dei cani, mamma!”. Bé in effetti ha proprio ragione, perché una persona che lascia gli escrementi del proprio cane lì davanti, in testa non ci può avere niente di buono. Sono due anni che la storia si ripete e ancora questa/e persone maleducate e incuranti del rispetto altrui costringono i bambini, i genitori, le maestre e il personale della struttura a fare lo slalom tra gli escrementi dei cani per accedere all’entrata degli asili nido Chicco di Grano e Orsacchiotto.

A questo punto, chiedo all’Amministrazione Comunale di affiggere una cartello che obblighi i padroni dei cani a raccogliere gli escrementi pena l’applicazione di una sanzione amministrativa (così potremo affiggerlo insieme alle targhe con i nomi degli asili nido, che “noi genitori” abbiamo richiesto tempo fa e che i Servizi Sociali si sono impegnati a fornire). E se questo non basterà, sarà il caso di agire in maniera più drastica? Magari applicando le sanzioni amministrative per chi lascia gli escrementi dei cani nei marciapiedi?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2010 alle 20:20 sul giornale del 11 maggio 2010 - 1083 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, cane, asilo, escrementi, Laura Mariotti