Disabile perde le lezioni per uno stabilizzatore, denunciata la scuola

disabili Ancona 12/05/2010 - Affetta da una tetraparesi spastica congenita una studentessa di 25 anni necessita di uno stabilizzatore. Uno strumento utile alla terapia della giovane, che per almeno un paio d'ore al giorno deve stare in piedi.

Dopo sette anni in cui l'apparecchio è stato regolarmente utilizzato presso l'istituto 'Mannucci' di Ancona, dove la ragazza frequenta la classe quinta, la dirigente scolastica ne vieta l'uso a causa di un problema alla schiena dell'insegnante di sostegno come attestato da un certificato medico consegnato.

Pertanto la 25enne, che necessita dell'apparecchio per ovviare alle conseguenze della propria malattia, non può recarsi a scuola. Lezioni perse a causa del mancato esercizio fisico costante. E per il quale la famiglia ha denunciato la scuola, chiedendo il risarcimento di 100 mila euro per danni fisici e morale da destinare al centro per disabili 'Bignamini' di Falconara. Struttura sanitaria che, con l'ausilio della Cooperativa Gemma, assiste la studentessa a scuola.





Questo è un articolo pubblicato il 12-05-2010 alle 00:54 sul giornale del 12 maggio 2010 - 1334 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, Sudani Alice Scarpini





logoEV