Duca: Favia detta agenda, regole e giunta

Eugenio Duca 1' di lettura Ancona 13/05/2010 - "I favisti in Consiglio comunale hanno ribadito lunedì scorso che l’On. Favia non ha un ruolo paragonabile a un Segretario, Presidente o Coordinatore di Partito".

C’è invece un Favia, come si apprende dai quotidiani odierni e da oltre 9 mesi, che usando il “noi” plurale maiestatis, afferma tra l’altro che “l’IdV non darà la fiducia”, e “siamo pronti a tutto” e “ Pasquini continua ad avere il doppio incarico in Comune e Dirigente in Regione. E’ arrivato il momento che decida dove stare”. Questo Favia non è uno spettatore, un passante, una comparsa, come quello presentatoci in Consiglio comunale. E’ uno che detta la linea e stabilisce le incompatibilità di altri persino di lavoro.

E’ chiaro che è un altro Favia, non quello Coordinatore del Partito, nominato allo Stabile, perché sarebbe incompatibile anche in base allo Statuto del proprio Partito come lo sarebbe l’Assessore regionale nonché Consigliere Comunale PD – IdV Serenella Guarna Moroder, in quanto cumulano due incarichi, uno peraltro contrattato per se stesso (lo Stabile), contravvenendo agli articoli 8 e 9 dello Statuto IdV. Forse tutto questo è frutto di uno scambio di persone: Favia non è Favia. Quanto impiegherà ancora la maggioranza ad affrancare Ancona da comparse politicamente irresponsabili come uno dei due Favia?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2010 alle 16:28 sul giornale del 14 maggio 2010 - 746 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, david favia, giunta, idv, Eugenio Duca