Gnocchini, Speciale: 'la questione ex Metro subito in consiglio comunale'.

UDC 1' di lettura Ancona 13/05/2010 - "La questione del recupero dell’ex Metro deve approdare subito in Consiglio comunale. La vicenda relativa all’ex Metropolitan appare sempre più legata ad una serie di operazioni immobiliari, urbanistiche e di edilizia privata che richiedono da parte dell’Amministrazione comunale la massima trasparenza di tutti i passaggi e il coinvolgimento di tutte le forze politiche della città".

Non è pensabile ridurre il recupero dello storico immobile di c.so Garibaldi, da anni in degrado e in stato d’abbandono, ad una mera querelle di maggioranza che rende ancora più litigiosa la coalizione di governo cittadino, così come non si può chiedere di legare la variante urbanistica che elimina il vincolo del cinema teatro ad una vorticosa girandola di compravendite e di cambi di destinazione d’uso. Sembrerebbe, inoltre, che i protagonisti e gli eventuali beneficiari di queste operazioni siano soggetti privati vicini alla Lega delle cooperative e a certa imprenditorialità riconducibile al mondo della sinistra anconetana.

Diventerebbe interessante nel qual caso capire di chi siano le proprietà delle aree oggetto di una possibile e articolata compravendita che vorrebbe coinvolto anche il Comune di Ancona. Pur sentendoci garantiti dal rigore professionale e amministrativo dell’ass. Pasquini, chiederemo in consiglio comunale attraverso un apposito ordine del giorno che l’intera vicenda dell’ex Metro venga quanto prima spiegata e dibattuta nel deputato consesso cittadino. L’Unione di Centro vuole che il fatiscente e squallido edificio del centro storico torni ad essere il prestigioso biglietto da visita della città. A condizione però che tutto avvenga alla luce del sole.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2010 alle 16:44 sul giornale del 14 maggio 2010 - 914 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, udc, ancona, Marco Gnocchini, ex metro