Vola Ancona confluisce nell'Idv. Galeazzi: 'L'azione amministrativa deve rafforzarsi'

3' di lettura Ancona 16/05/2010 - La lista civica creata dall'ex sindaco di Ancona entra in maggioranza in seguito alla decisione di confluire all'interno dell'Italia dei Valori

"Noi dell'Idv siamo uno stimolo per il Pd". Giorno di presentazioni, per David Favia e il gruppo dell'Italia dei Valori, che ufficializzano l'ingresso di Vola Ancona tra le fila del partito. La lista civica creata lo scorso anno dall'ex sindaco diessino Renato Galeazzi si scioglie per confluire così, a tutti gli effetti, nella maggioranza dorica.

Assente la capogruppo in Consiglio Comunale, Letizia Perticaroli, tocca proprio a Galeazzi spiegare le motivazioni della scelta politica. "Al di là delle battute e delle considerazioni che sono state fatte questi giorni - spiega l'ex sindaco - vogliamo lavorare per il bene e per lo sviluppo di questa città". Vola Ancona nasce lo scorso anno, in occasione delle elezioni comunali, ed incassa circa 5mila voti. "La nostra proposta programmatica era alternativa al centro-sinistra e al centro-destra. La nostra provenienza è la sinistra, ma siamo stati molto critici con alcune scelte del Pd". A distanza di un anno, la lista civica decide di sciogliersi, anche se non ci sarà una fusione vera e proprio con l'Idv, "dato che alcuni nostri esponenti stanno valutando la possibilità di confluire nell'Udc". Con l'Idv, però, c'è una "visione condivisa", secondo Galeazzi: "Siamo convinti che l'azione di governo di questa maggioranza sia debole ed insufficiente. L'Amministrazione accende il fuoco, ma non cucina niente". Poi, in chiusura, una precisazione che è anche una risposta ad alcuni timori del Pd: "Noi non ricatteremo nessuno. Ma chiederemo il rafforzamento della macchina comunale, sopratutto nelle aree tecniche, magari proponendo l'assunzione di esperti esterni per sviluppare progetti concreti. Penso ai settori della green economy, della viabilità e dell'igiene urbana, che rappresentano le maggiori criticità di Ancona in questo momento".

Dopo gli ingressi di Filippini, Brandoni e della Moroder, quindi, l'Idv anconetano continua il suo rafforzamento interno. David Favia descrive la politica come il "luogo dell'anima e delle testa, dove regna il mai dire mai". Riferimento esplicito ai percorsi dell'onorevole e dell'ex sindaco, "avversari che ora si ritrovano insieme". Per Favia occorre tenere distinti due livelli politici: "Sul piano nazionale e regionale, la tendenza è quella di rafforzare l'asse Pd - Udc - Idv. Ma a livello comunale, è chiaro che qualcosa va cambiato". Il parlamentare dipietrista lancia un messaggio chiaro al Pd, "malato di protagonismo poltronista ed incapace di elaborare progetti". E rincara la dose: "Il principale partito di questa maggioranza sta dimostrando una sorta di infantilismo. Perdere persone valide per proteggere le carriere è una vera follia. Dal canto suo, l'Idv non metterà mai al centro dell'azione di governo la logica delle poltrone. E chiunque voglia dialogare con noi per il futuro della città è il benvenuto".






Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2010 alle 11:45 sul giornale del 17 maggio 2010 - 1399 letture

In questo articolo si parla di politica, italia dei valori, david favia, renato galeazzi, emanuele barletta, vola ancona