Anconambiente: polemiche per le dimissioni di Pacchiarotti

anconambiente logo Ancona 26/05/2010 -

In risposta a quanto apparso sulla stampa circa le vicende del Consorzio Conero Ambiente, la società AnconAmbiente non può che rammaricarsi del fatto che simili considerazioni riguardanti l’azienda vengano fornite attraverso i quotidiani e non nelle opportune sedi di confronto.



Priorità dell’azienda è e resta quella di sostenere e garantire la serenità e la professionalità dei propri lavoratori – in ogni ruolo e mansione – che hanno reso possibile importanti risultati in tutti i Comuni attualmente serviti. Rimandando quindi l’approfondimento di quanto sollevato a mezzo stampa ai contatti diretti con il Consorzio e ai tavoli istituzionali preposti, si invita nel frattempo a riflettere su alcuni aspetti.

Innanzitutto il fatto di aver raggiunto e superato in breve tempo il 50% di raccolta differenziata in tutti i Comuni nei quali AnconAmbiente ha attivato e messo a regime il Porta a Porta nel corso del 2009, mentre invece sarebbe opportuno estendere tali sistemi di raccolta differenziata spinta su tutto il territorio consortile. La continua assenza di sistemi impiantistici di trattamento e smaltimento costringono non solo l’azienda ma anche le altre che operano nel bacino interessato a spingersi spesso oltre i confini regionali per il conferimento dei rifiuti raccolti, con costi e tempi che incidono poi sulle voci finali di bilancio sia delle stesse che dei Comuni serviti.

L’efficienza, l’efficacia e l’economicità del servizio offerto dai gestori sul territorio sono strettamente subordinate alla mancanza dei requisiti operativi sopra indicati: a nostro parere, chi ha potere decisionale nel settore dovrebbe tenerne conto prima di formulare giudizi. Forse sarebbe stato ben più costruttivo evitare commenti e, prima ancora, analizzare consapevolmente gli obblighi e le mancanze programmatiche e progettuali.

Il Presidente Lino Secchi, il Direttore Generale Ing. G. Tommaso Sanfilippo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2010 alle 19:17 sul giornale del 27 maggio 2010 - 752 letture

In questo articolo si parla di attualità, Anconambiente