Fincantieri, Prc su visita Bono: 'Solite vuote promesse'

fincantieri 1' di lettura Ancona 21/01/2011 -

Risale solo a giovedì la visita del governatore Spacca allo stabilimento Fincantieri di Ancona e venerdì, quasi un fulmine a ciel sereno, arriva in Ancona l’Amministratore Delegato del gruppo Dott. Giuseppe Bono.



E, forse facendosi forte del Marchionnepensiero, arriva all’insaputa dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, che non avrebbe neppure voluto incontrare, dedicando il suo prezioso tempo solo alle istituzioni. Fortunatamente i lavoratori, avuta la notizia, hanno proclamato uno sciopero immediato ed “assediato” la Regione fino a quando non hanno avuto la possibilità di vedere in faccia il loro AD e sentire da lui le novità, che a quanto ci risulta sono però purtroppo – aldilà delle solite vuote promesse - nulle, per lo stabilimento di Ancona.

In questo fatto permangono comunque due aspetti di inaudita gravità: il primo che le istituzioni regionali – in primis Spacca-, ovviamente informate per tempo dell’arrivo del Dott. Bono, e gli altri vertici istituzionali locali che hanno presenziato all’incontro, non si siano sentite in dovere non solo di darne notizia ai lavoratori, ma di pretendere che essi fossero invitati a partecipare; il secondo che un AD di un gruppo industriale, tra l’altro a capitale pubblico, tenta di evitare il confronto con i propri dipendenti e sposta la trattativa sul solo piano istituzionale, quasi che lavoratori e sindacati fossero ostacoli da evitare e rimuovere. Forse neppure nel Burundi, senza offesa per quel paese, c’è qualcuno che pensa di gestire le relazioni industriali in questa maniera e forse qualcuno non si rende conto che così facendo non si fa altro che innalzare esponenzialmente i livelli della sacrosanta rabbia dei lavoratori.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-01-2011 alle 16:51 sul giornale del 22 gennaio 2011 - 1060 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, PRC Marche, fincantieri, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gzg