Italia Nostra: salviamo la stazione di Falconara Marittima

Scalo Merci ferrovia Ancona 03/03/2012 - Avrà luogo domenica 4 marzo la quinta “Giornata Nazionale delle ferrovie dimenticate” che vede Adriavapore, Italia Nostra e l'Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico ed Industriale (AIPAI) dar vita ad un treno che partendo da Rimini e dopo una sosta a Fano, arriverà ad Ancona Centrale alle 11 e 50.

I partecipanti all'iniziativa saranno accolti in stazione ed accompagnati alla Stazione Marittima FFSS dove alle 12 e 30 i cittadini sono invitati ad essere presenti per una breve e pacifica manifestazione per ricordare la volontà di oltre 1000 persone di mantenere in vita la Stazione Marittima FFSS contro il rischio di chiusura.

La Stazione Marittima, utile per i pendolari e per raggiungere il cuore di Ancona senza utilizzare mezzi inquinanti deve diventare, come da progetti già presentati da tempo, il punto di arrivo e ripartenza di una metropolitana leggera di superficie che deve collegare Ancona con l'hinterland.

I partecipanti alla iniziativa saranno poi accolti dall'Autorità Portuale che illustrerà i propri progetti per l'utilizzo del treno per lo spostamento delle merci, in alternativa al trasporto su gomma.

Dopo la consumazione di un breve pasto al sacco, dalle ore 14 sarà effettuata una visita al “fronte archeologico e storico“ del porto dorico con la prof.ssa Stefania Sebastiani di Italia Nostra.

Alle 16 e 30 i partecipanti all'iniziativa riprenderanno il treno per tornare a Rimini.

La città è invitata a partecipare alla manifestazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2012 alle 00:18 sul giornale del 03 marzo 2012 - 1213 letture

In questo articolo si parla di cultura, ferrovia, italia nostra, scalo merci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/v1D





logoEV