Calcio: altro derby amaro, Ancona - Recanatese 2 a 2

ancona recanatese 3' di lettura Ancona 11/03/2012 - L’immagine simbolo di una stagione è Genchi disteso a terra sotto la Nord dopo aver mancato sotto porta il gol del 3-2. E’ questa foto a riepilogare la delusione dell’Ancona, la gioia della Recanatese che strappa ai dorici un punto, fermandoli in casa sul 2-2 e quella del Teramo che adesso allunga il vantaggio a +9, mettendo un’ipoteca sulla promozione.

ALTRO DERBY AMARO. AL CONERO L’ANCONA FA SOLO 2-2 L’immagine simbolo di una stagione è Genchi disteso a terra sotto la Nord dopo aver mancato sotto porta il gol del 3-2. E’ questa foto a riepilogare la delusione dell’Ancona, la gioia della Recanatese che strappa ai dorici un punto, fermandoli in casa sul 2-2 e quella del Teramo che adesso allunga il vantaggio a +9, mettendo un’ipoteca sulla promozione. Alla squadra di Trillini più demeriti che meriti.

Dopo aver ripreso a crederci davvero, ci si aspettava una formazione arrembante. E invece nel primo tempo il ritmo è basso, le idee scarseggiano, la corsa non c’è. Brava la Recanatese che ostruisce gli spazi e stoppa l’Ancona. Provando a ripartire in contropiede. Per mezz’ora non si vede nulla. Poi al 34° un’apertura di Garcia apre il campo a Moretti che calcia in area, miracolo di David, poi è Latini a mancare clamorosamente il tap-in a porta vuota. Neanche lo scampato pericolo scuote Pesaresi e compagni. Che si addormentano al primo minuto di recupero, lasciando solo Zannini di deviare in rete sul secondo palo una pennellata di Faieta. Il gol è una mazzata che desta l’Ancona. Al rientro dagli spogliatoi i dorici sono un’altra squadra.

E qui va sottolineata la veemenza e la cattiveria di chi vuole vincere. Subito Ambrosini scalda i guantoni di Ursini con un diagonale debole. Al 3° prodezza balistica di Costa Ferreira che però si stampa sul palo. La sfortuna dura poco. perché al 6° Committante diventa beffardo protagonista con questo autogol che rimette l’Ancona in partita. Poco prima del quarto d’ora succede di tutto. Zannini in area colpisce di testa a colpo sicuro. David smanaccia sulla traversa, ma quando la palla forse è già entrata. Mentre i giallorossi protestano, i dorici affondano.

Genchi al limite scarica un potente sinistro nel sacco. Vengono espulsi Zannini e Omiccioli. Sembra fatta. Ma la formazione di Trillini ha la colpa di non chiudere il match. Non lo fa Ruffini al 29° tutto solo contro Ursini. E allora gli ospiti trovano il pari con un rigore di dubbio per atterramento di Chicco a opera di Tasfani. È la stessa punta leopardiana a trasformare dagli undici metri. Ancona di nuovo all’assalto. A 39° Costa Ferreira in penetrazione, ma poi calcia sul fondo. Nel finale quell’istante in cui tutto si ferma. L’errore di Genchi e la delusione dell’Ancona. che ora vede il Teramo allontanarsi ancora. E forse per sempre.

ANCONA 1905 – 2 David, Kostadinovic, Gandelli, Marino, (35′ st. Cipolla), Tafani, Pesaresi, (1′ st. Torta), Costa Ferrira, Maiorano, Genchi, Ruffini, Ambrosini, (40′ Ferraro). All. Trillini. a disp. D’Arsiè, Gagliardini, Gramacci, Malavenda.

RECANATESE – 2 Ursini, Di Marino, (33′ st. Gigli), Ristè, Zannini, Commitante, Morbiducci, Moretti, Garcia, (35′ st. Torregiani), Chicco, Faita, Latini, (30′ st. Brugiapaglia). All. Omiccioli. a disp. Ripa, Moriconi, Agostinelli, Pennacchioni. Arbitro – Sig. Calogiuri di Lecce Reti – 46′ pt. Zannini, 6′ st. Morbiducci (aut.), 15′ st. Genchi, 34′ st. Chicco (rig). Note – Ammoniti – Marino, Pesaresi, Maiorano, Chicco. Espulsi al 15′ st. Zannini e Omiccioli per proteste.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2012 alle 20:26 sul giornale del 12 marzo 2012 - 671 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, ancona, Piano San Lazzaro, Ancona 1905, ancona recanatese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wkS