Diritto alla verità: un incontro sulla morte sospetta di Federico Aldrovandi

pugni lite botte Ancona 12/03/2012 - Federico Aldrovandi ha da poco compiuto diciotto anni quando, all’alba del 25 settembre 2005, incontra una pattuglia della polizia nei pressi dell’ippodromo, a Ferrara. Poche ore più tardi la famiglia apprende della sua morte.

Storie troppo ordinarie narrate da film, voci e volti giovedì 15 marzo 2012, ore 20.30 Cinema Azzurro - Via Tagliamento 39 - ANCONA.

E' stato morto un ragazzo film di Filippo Vendemmiati saranno presenti: Filippo Vendemmiati regista, Patrizia Moretti madre di Federico, Vincenzo Varagona giornalista RAI e l'avv. Fabio Anselmo legale della famiglia Aldrovandi.

Nel film Filippo Vendemmiati racconta la storia di Federico Aldrovandi, i fatti accertati e misteri che li avvolgono, il processo e i suoi numerosi colpi di scena, tentando di fornire una spiegazione verosimile dell’accaduto proprio a partire da quegli interrogativi rimasti insoluti.

La narrazione di Vendemmiati è arricchita dai documenti video registrati dagli stessi protagonisti, a disposizione nell’archivio giornalistico Rai. Il 6 luglio 2009 il tribunale di Ferrara ha condannato a tre anni e sei mesi i quattro poliziotti riconoscendo l'eccesso colposo nell'uso legittimo delle armi Il 10 giugno 2011 la corte d'Appello di Bologna ha confermato la pena sancita in primo grado dal tribunale di Ferrara.

Organizzato da: Antigone Marche, Conferenza Regionale Volontariato Giustizia, Coop. IRS L’Aurora, CNCA , Libera presidio di Jesi, Donne e Giustizia, Coop. Sociale La Gemma, Cinema Azzurro.

adesioni: Circolo Equo & Bio, Arci Ancona, Circolo lgbtq Caleido, Associazione Avvocato di strada, Ambasciata dei diritti Ancona, Laboratorio Sociale, Scuola di pace Ancona, Urlo mensile di resistenza giovanile, Associazione Nie Wiem, Mondo Solidale Ancona, Amnesty Ancona. Ingresso gratuito.


da Marcello Pesarini
consigliere regionale PRC-SE




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2012 alle 23:39 sul giornale del 13 marzo 2012 - 836 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Marcello Pesarini, morti sospette

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wn5