Pugilato: Focosi-Esposito, gancio sinistro al volto a terra l'anconetano

Focosi sfida Esposito Ancona 20/03/2012 - Al PalaIndoor di Ancona, davanti a un nutrito numero di sostenitori, il sogno tricolore di Michele Focosi (+15 -1, 7 ko) si infrange sul devastante gancio sinistro del campione italiano dei superleggeri, Samuele Esposito (+10 -1, 6 ko), giunto alla quarta difesa del titolo.

Uno scoppiettante combattimento che si interrompe quando il cronometro segna 2' e 12" nel corso del terzo round, il beniamino di casa riesce a rimettersi in piedi dopo il tremendo knockdown senza tuttavia dare segni di poter proseguire la battaglia.

Tre round appassionanti, duri, combattuti a viso aperto, prova di forza con continui capovolgimenti di fronte, il titolo nazionale scrive una nuova pagina, composta da più di tre mila spettatori. E dimostra, così, quanto possa dare il pugilato italiano.

Focosi è preciso negli affondi, a tratti mette alle strette il campione, è tuttavia di Esposito la maggiore continuità di azione grazie alla quale è preferito, nei primi due round. Il campano nella seconda frazione, invece, incappa in una tremenda testata involontaria sulla quale sanguina copiosamente dal naso, un handicap difficile da sopportare, risolve il confronto non molti minuti più tardi per mezzo di un'azione magistrale, destro pesante a segno doppiato da un perfetto gancio sinistro al volto. Ed é qui che il rivale, colto di sorpresa, perde ogni controllo e crolla drammaticamente: il match é concluso.

Nonostante sia passato professionista in simultanea, abbia qualche anno e una manciata di incontri in meno, si direbbe che ha vinto il pugile più 'esperto'. Palesemente decisivo il maggior agio alla battaglia di Samuele Esposito, atleta cresciuto di match in match e che di sicuro non si fermerà qui, la voglia di arrivare, l'umiltà e lo spirito di sacrificio sono doti encomiabili e senza dubbio ben sfruttate alla "Vesuviana Boxe" dei maestri Zurlo.

Il fino a ieri imbattuto Michele Focosi presentava un curriculum con soli collaudatori alle spalle e nessun match alla distanza, catapultato davanti a un tifo impressionante nel match più importante pecca di ingenuità portando da subito il confronto sul piano dove il rivale ha pochi concorrenti in Italia.








Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2012 alle 00:02 sul giornale del 20 marzo 2012 - 3363 letture

In questo articolo si parla di sport, ancona, pugilato, Andrea Peroni, focosi, esposito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wGS