Duca (Sel): Tpl Collemarino, 'A pagare saranno figli e nipoti degli anconetani'

Eugenio Duca Ancona 06/04/2012 - Da comunicato non si riesce a capire chi paga, quanto si paga per "la decisione della Regione Marche, della Provincia di Ancona, d'intesa con la Società ATMA", di sopprimere il servizio per il quartiere di Collemarino, e per la "decisione dell'Amministrazione Comunale e la Conerobus di sopperire a tale mancanza di collegamenti".

Visto che tra tutti i comuni soci di Conerobus, l'unico Comune che paga per i servizi è Ancona, i cittadini di Ancona dovranno pagare anche questo servizio "aggiuntivo"?O lo paga Conerobus il cui debito ha già superato i 4 milioni di euro. Debiti che dovranno essere pagati, almeno per il 53% dai cittadini di Ancona.

Il Poltronificio Dorico (e soci) fanno molti debiti a carico dei nostri figli e dei nostri nipoti. Del resto è da un pezzo che i soci del Poltronificio Dorico tengono "the family".

Certo, nulla a che vedere rispetto al Belsito e al Senatore Lusi, ma i posti sono posti, non quelli a sedere sugli autobus di Conerobus. Quelli dei CdA di Conerobus e altre Società del Comune!


da On. Eugenio Duca
Capo gruppo di Sinistra per Ancona – SEL





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2012 alle 20:49 sul giornale del 07 aprile 2012 - 757 letture

In questo articolo si parla di politica, sinistra per ancona, Eugenio Duca, SeL, Sinistra Ecologia e Libertà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xvp