Falconara: Imu, 'Provvisoriamente aliquote base maggiorate'

Soldi 11/05/2012 - Questa mattina il Sindaco Goffredo Brandoni, l’assessore al bilancio Raimondo Mondaini, il presidente dei Revisori dei Conti Pietro Recchi e la dirigente del settore finanziario del Comune hanno incontrato la stampa nella sala del Leone del castello di Falconara Alta per illustrare le preoccupazioni dell’amministrazione legate ai primi dati ufficiali pervenuti dal ministero delle finanze sui tagli ai comuni legati al’introduzione dell’IMU.

Infatti si è partiti da una ipotesi iniziale di un taglio di circa 160mila euro per arrivare agli ultimi dati che indicano una riduzione complessiva dei trasferimenti rispetto al 2011 di quasi 4 milioni di euro. L’aspetto più inquietante è che nonostante le numerose richieste di chiarimenti il Ministero non ha fornito alcuna spiegazione ai Comuni sulle modalità di calcolo di tali importi. La conseguenza è che vi sono evidenti differenze fra Comuni apparentemente omogenei (per popolazione, territorio e localizzazione geografica) che fanno apparire questi dati come del tutto ingiustificati.

Sostanzialmente le stime ufficiali su quanto i Comuni incasseranno dall’IMU (elemento base per calcolare le riduzione dei trasferimenti statali ai comuni) appaiono evidentemente sovradimensionate a tutto vantaggio degli obiettivi del Governo centrale che in questo modo si assicura il raggiungimento di un risparmio complessivo di 24,1 miliardi di euro. In realtà l’esigenza di predisporre un bilancio attendibile impone di considerare delle cifre plausibili che tengano conto degli incassi effettivi che, specialmente in questa fase, dovranno tener conto anche della capacità dei contribuenti di rispettare le scadenze di pagamento. E’ stata ulteriormente sollecitate, coinvolgendo anche l’ANCI, una revisione di questi dati e sul tema verrà anche presentata una interrogazione parlamentare da parte dei deputati del PDL.

In attesa di ottenere tali chiarimenti e auspicando l’introduzione di meccanismi di verifica a posteriori delle previsioni ministeriali (e quindi riaprendo la possibilità di rideterminare i tagli a consuntivo) l’orientamento dell’ammnistrazione è quello di introdurre provvisoriamente delle aliquote maggiorate, riservandosi la possibilità di una revisione verso il basso entro il 30 settembre (termine previsto dalla Legge per l’adozione delle aliquote definitive). “In tale contesto è realistica l’ipotesi - dice Mondaini - che ci possano essere ulteriori interventi del Governo che nel perseguire obiettivi di finanza pubblica ignorano totalmente le esigenze dei contribuenti e degli enti locali. Prova ne è il fatto che non sono state tenute in alcuna considerazione le necessità di programmazione e le scadenze istituzionali dei Comuni utilizzati come strumento esattoriali”. “Dopo anni di sacrifici e buona gestione - commenta il sindaco Goffredo Brandoni - questo era il primo bilancio che ci avrebbe fatto vedere i frutti del lavoro svolto e tornare a respirare e invece ci arriva questa nuova tegola in testa per via di una manovra incomprensibile. Nonostante tutto non ci saranno aumenti delle tariffe dei servizi e anche la Tarsu resterà sostanzialmente invariata”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2012 alle 19:52 sul giornale del 12 maggio 2012 - 1626 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, imu

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/yXb





logoEV