Consiglio comunale: 'adeguamento attività commerciali'. Respinta la proposta

Adriana Celestini Ancona 17/05/2012 - Una proposta che non é stata a tutti ben accetta in questo Consiglio comunale. Scoppiano, infatti, le polemiche in aula sull'adeguamento delle attività commerciali. Respinta.

Tutto da rifare, "una delibera invotabile" a detta del Consigliere Pdl Daniele Beradinelli per la presenza di errori. E' così che la delibera è stata ritirata. Si dovrà dunque attendere per sapere come andrà a finire la "neverending story" sull'adeguamento delle attività commerciali. Ma non é solo la presenza di errori a fermarla.

Il dibattito sull'argomento é stato infuocato. Parte Berardinelli che propone da subito di ritirare la delibera. "Credo che con questa delibera - ha detto Berardinelli - l'amministrazione si stia seriamente impegnando per far chiudere bar e ristoranti. Adeguarsi in questo momento di crisi é una pazzia. E' come celebrare in anticipo il funerale delle attività economiche!".

La proposta dell'ass. Celestini in sintesi avrebbe voluto l'adeguamento dei locali commerciali come ristoranti, bar, trattorie, ecc...in questa modalità: 60 giorni per le nuove attività, un anno per i subentranti, 60 giorni per i locali già esistenti ad eccezione fatta dei locali storici e di interesse storico per i quali l'adeguamento é previsto entro 5 anni. Diversi i criteri proposti per il rilascio dell'autorizzazione da parte del Comune: funzionalità del locale, tutela ambientale e servizi (Eccone alcuni: CV del gestore, obbligo di apertura festiva, menu' bilngue, servizi igenici a disposizione dei non clienti, fasciatoi nei bagni, bagni attrezzati per disabili e ove possibile differenziati per uomo e donna, corsi di marketing locale e vendita per i neo assunti, ma anche risparmio energetico con elettrodomestici di ultima generazione e per l'acqua rubinetti adatti a cui si aggiunge una telecamera di videosorveglianza...)

Anche il consigliere della maggioranza Fiordelmondo esprime a riguardo parere contrario: "E' un momento di emergenza economica - ha detto Fiordelmondo - non chiediamo ulteriori oneri a chi vive di lavoro proprio." Non dello stesso parere, invece, il Capogruppo Pd Pelosi che ha ribadito più volte l'importanza di votare questo documento. "Comitati di pietra - ha ribattuto Pelosi davanti alla schiera di contrari -la volontà politica di questo documento é portare al cambiamento: ci sono norme igenico-sanitarie e diritti per disabili. Diamo un segnale. L'italia é 40 anni indietro! No a nuove attività con barriere architettoniche. Creiamo un percorso che porti a queste esigenze.."

Non va meglio neanche per la mozione presentata dal Pdl sulla mancata approvazione del rendiconto che viene bocciata dopo un lungo dibattito. E c'é chi denuncia che quella attuale é solo antipolitica."Il Consiglio comunale - ha sottolineato il Consigliere Pdl Zinni - sta diventando un luogo per non fare cadere Gramillano, questo va a scapito dell'attività politica. E' ora che qualcuno si assuma le proprie responsabilità." Mentre l'assessore al Bilancio Biekar si scusa di nuovo per l'accaduto.





Questo è un articolo pubblicato il 17-05-2012 alle 23:39 sul giornale del 18 maggio 2012 - 737 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, adriana celestini, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zcZ





logoEV