Pienone alle Muse per il concerto degli Affetti Collaterali

Ancona 30/05/2012 - Oltre 600 persone hanno assistito alla performance musicale dei medici rocker promossa da Edilcost e Global service. Durante il giorno circa 100 donne si sono sottoposte alla Moc in piazza Roma.

E' stato un successo il concerto di ieri sera, domenica 27 maggio, al teatro delle Muse con gli Affetti Collaterali. Oltre 600 persone hanno affollato il teatro per assistere a due ore di ottima musica con i migliori successi rock direttamente dagli anni '60 e '70. Capitanata dal chirurgo ortopedico Francesco Bove, presidente della fondazione Aila per la lotta all'artrosi e osteoporosi, la band Affetti Collaterali è formata da medici e musicisti professionisti spesso ospiti in giro per l'Italia per suonare all'insegna della solidarietà. Anche ieri infatti, prima del concerto, è stato consegnato da Luigi Catalano, titolare Edilcost ed Enrico Iannetti, della Global Service (sponsor dell'evento) il “premio Aila” a Suor Pia della Mensa del Povero.

I proventi del concerto, a offerta libera, sono stati invece destinati all'associazione Patronesse del Salesi presieduta da Milena Fiore. La serata è stata presentata dal giornalista Andrea Carloni e ha visto sul palco anche Flavio Del Savio, direttore del dipartimento materno neonatale Salesi mentre in platea erano presenti l'ex ministro alla Salute Girolamo Sirchia e il sindaco di Ancona Fiorello Gramillano. Standing ovation alla fine del concerto e richiesta di bis per il gruppo che ha regalato al numeroso pubblico successi di gruppi italiani come Dik Dik, Nomadi, Equipe 84, Lucio Battisti e stranieri come Creedence, Rollings Stones, Eric Clapton e tanti altri.

In scaletta hit come “Lady Jane”, “Impressioni di settembre”, “Gimme some lovin”, “Have you have seen the rain”, “Jealos guy” e tante altre.Sempre nell'ottica di sensibilizzare e prevenire una delle patologie più debilitanti per le donne, l'osteoporosi, ieri durante tutto il giorno in piazza Roma è stata allestita in piazza Roma una postazione per la Moc (Mineralometria Ossea Computerizzata) alla quale si sono sottoposte gratuitamente un centinaio di donne. La Moc infatti risulta essere il principale metodo di investigazione e prevenzione per controllare l'evolversi dell'osteoporosi. Sempre in piazza Roma, accanto alla postazione per le visite, è stato allestito un banchetto con vendita di miele marchigiano dell'azienda agricola Coppari il cui ricavato sarà destinato all'associazione Patronesse.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2012 alle 00:58 sul giornale del 30 maggio 2012 - 824 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, associazione Patronesse del Salesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zIM