Riccione: muore di dolore per la perdita della sua istruttrice, il delfino era stato recuperato in Ancona

01/06/2012 - Non ha retto alla mancanza della sua istruttrice, Mary G., un esemplare di raro delfino. La donna era stata assassinata qualche anno fà dal vicino di casa perché i cani abbaiavano troppo. Mary G. era stata recuperata in Ancona nel 2005, ma poi era stata affidata alle cure del Delfinario di Riccione.

Se n'é andata il 31 maggio Mary G., un esemplare di Grampo, Grampus griseus, spiaggiatosi nel 2005, riabilitato ed ospitato presso il parco Oltremare dall’agosto del 2005. Era stato ritrovato proprio nel porto di Ancona, ma poi affidato alle cure del delfinario di Riccione. La tragica notizia é stata resa pubblica sulla pagina Facebook dell'Oltremare, proprio dove la sua istruttrice, Tamara Monti, lavorava.

Una storia, quella tra Tamara e Mary G, iniziata nel 2005, due anni intensi e poi la morte tragica di quella che Mary G. considerava la sua padrona. La donna, nel 2007 é stata uccisa brutalmente dal vicino di casa solo perché i suoi cani abbaiavano troppo. Ora la direzione rende noto che le cause saranno accertate mediante una necroscopia che verrà effettuata presso la Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Padova.

Il Dr. Alessandro Bortolotto, dottore di ricerca in Medicina degli Animali, che ha seguito negli ultimi mesi il grampo Mary G tratterà i successivi approfondimenti sul caso di morte precoce che saranno resi noti non appena disponibili.







Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2012 alle 13:11 sul giornale del 04 giugno 2012 - 6513 letture

In questo articolo si parla di cronaca, oltremare, ancona, delfino, laura rotoloni, tamara monti, mary G.

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zP7


Marco

02 giugno, 02:44
Siete veramente patetici.. per fare notizia avete riesumato la morte di Tamara, e la avete legata a quella di Mary G, morta a 5 anni di distanza. Dovreste vergognarvi.. spero che i vostri lettori siano abbastanza intelligenti da capire quanto e' squallido questo vostro articolo...

Daria Utente Vip

02 giugno, 03:16
Di squallido c'è solo il tuo commento.
Un plauso alla redazione che non censura nemmeno questi commenti che pure avrebbe tutto il diritto di non pubblicare.

Gianluca Di Pompeo

05 giugno, 16:14
Cara Daria, non so cosa voglia dire essere utente vip,
ma non credo che questo ti autorizzi a commentare il post di Marco (che non so chi sia).
Se la redazione si permettesse di censurare il commento di Marco, vorrebbe dire che qualcun altro dovrebbe censurare l'articolo della Rotoloni, perchè inesatto, come espresso in maniera forse un po' colorita ma reale, da Marco.
Chi scrive ha personalmente recuperato in acqua nel porto di ancona (e quindi non spiaggiata) sia Mary G che la madre.
Conoscevo di persona Tamara e mia moglie è stata in vasca con lei con i delfini per addestrarli.
Conosco tutta la storia e ti assicuro che non c'entra niente un evento così triste da un altro altrettanto drammatico successo allora.
Speriamo che l'esame necroscopico riporti la realtà alla luce e travolga di responsabilità omesse la struttura di Oltremare e il suo direttivo.
Altrimenti sarà un altro buco nero di questa italietta.

Grazie a Gianluca della segnalazione, abbiamo provveduto a correggere l'imprecisione.