Firma digitale e posta certificata, al via alla nuova organizzazione del lavoro

Comune di Ancona 1' di lettura Ancona 25/09/2012 -

“Meno carta e semplificazione dei passaggi all’interno degli uffici comunali- sono questi- riferisce l’assessore all’Informatizzazione e all’Innovazione, Roberto Signorini- gli obiettivi principali del progetto di diffusione dell’uso della “posta elettronica certificata” e della “firma digitale” che l’Amministrazione comunale ha fatto suo e al quale darà attuazione a partire dal mese prossimo”.

Una direttiva del Direttore generale del 21 settembre scorso stabilisce che i Direttori di Area e Dirigenti di Settore e i dipendenti nominati responsabili del provvedimenti si dotino della firma digitale e che per la PEC vengano individuati i dipendenti che saranno autorizzati a protocollare e a spedire la posta certificata all’interno dei settori e delle unità operative.

Procedendo in questo modo, potranno essere sostituite d’ora in avanti le comunicazioni su carta quali lettere, raccomandate, posta ordinaria. Il Settore Sistemi Informativi –da parte sua- installerà il software per la gestione della firma digitale a tutti i dirigenti e responsabili dei provvedimenti: nello stesso periodo i settori si doteranno della smart card per la firma digitale. Nei mesi successivi verranno effettuate rilevazioni per verificare gli effettivi risparmi di spesa e di costo.

Tra le finalità dell’introduzione di questa nuova organizzazione del lavoro i si segnala anche una riduzione della carta archiviata , un risparmio di spazi fisici per l’archiviazione, una maggiore tracciabilità dei flussi documentali. Nelle prossime settimane verranno svolte giornate di formazione sulla PEC in entrata e in uscita.






Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2012 alle 08:44 sul giornale del 26 settembre 2012 - 832 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ebw





logoEV