Consiglio comunale: aumento Imu 1a casa, passa in aula la delibera. Ma sul filo del rasoio: solo 21 voti

soldi 3' di lettura Ancona 17/10/2012 - Arriva in aula il 'parere favorevole' alla riformulazione dell'emendamento da parte del Collegio dei Revisori dei Conti: Mancinelli, Raccosta, Rosati. Duca: "Non approvo. Revocare le deleghe dell'ass. al Bilancio Biekar." Ed intanto l'Imu prima casa é al massimo: passa la delibera.

Arriva in aula il parere favorevole dei Revisori dei Conti. Benaducci (Pd) risponde così alle critiche sulla delibera Imu: "Non ho visto proposte alternative dal Centro-Destra." Mentre il grillino Quattrini ricorda: "Nonostante il parere favorevole dei revisori dei Conti il Conto é salato ai cittadini. Malagestione politica che si riverbera sui cittadini". Beradinelli (Pdl): "Questa situazione sulla delibera Imu perché non siete riusciti a gestire bene i soldi in particolare i debiti delle Fondazioni Muse e Stabile". Gostoli sull'aumento Imu prima casa dissente.

Anche la Freddini Sasso del Gruppo Misto dice la sua: "Scelta difficile sulla Delibera Imu: voterò a favore. E il Capogruppo IdV Tagliacozzo sottolinea: "Si é intervenuti in modo serio sulla spesa, ma non si é riuscito a far altro. Faremo di tutto per cercare di ridurre l'aliquota Imu."

Il Capogruppo Pdl Conte dice 'no' e si rivolge al Pd: "Questa é una manovra di responsabilità, no voi siete rimasti attaccati alle poltrone. La maggioranza non é coesa. Un furto nelle tasche dei cittadini di Ancona. Noi votiamo 'no' con la speranza che dopo questa delibera ci sia gente che possa liberare questa città da questa situzione politica."

Il Capogruppo Udc Gnocchini sottolinea: "Nodo amministrativo che viene al pettine con l'aumento Imu sulla prima casa che noi colpisce di più come partito. Noi dell'Udc non possiamo votare questa delibera, ma ci riserviamo di fare proposte." Moroder Gruppo Misto: "La Freddini parla per sé. 'No secco' da parte mia alla delibera. L'assenza dei Consiglieri del Gruppo misto la dice lunga."

Ma la delibera passa in aula sul filo del rosoio con 21 consiglieri votanti su 27 presenti più il Sindaco: 21 favorevoli. Nè manca l'immediata eseguibilità. Anche se Duca non demorde e afferma: "presenterò altri emendamenti in sede di riequilibrio". Così l’Imu prima casa sale al 5,5 per mille per il 2012 con tanto di l’innalzamento al 6 per mille per il biennio 2013-2014.

La giornata di lavoro va avanti, sono le ore 13.30, e si passa alla discussione del riquilibrio di bilancio. Ass. Biekar: "Prima bastava una manovra da 7/800 mila euro. Ma poi non più e la manovra di riequilibrio che si andrà a votare sarà il riassestamento per il capitolo Imu. Siamo andati a riequilibrare le nostre decisioni sull'Imu. Il riequilibrio ha in sé anche un margine di sicurezza rispetto al dovuto di circa 2 milioni e mezzo. Richiamati al principio di prudenza da parte dei revisori abbiamo fatto questa manovra. L'accantomento per il 2013 sarà probailmente in eccesso. Ma era dovuto per dare certezza. Ora la delibera Imu é stata approvata. Tagli deliberati sono confermati. Il costo del personale ridotto, le spese per sociale...ecc."

Ma il Capogruppo di Sinistra per Ancona non é ancora soddisfatto, Duca: "A noi la delibera sul riequilibrio non é arrivata. Rinviamo la delibera ai Consiglieri per correttezza." Manca, infine, in aula il segretario generale, Caterina Grechi, per il parere. E' così che si chiude per oggi il consiglio comunale fino a nuovo aggiornamento.






Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2012 alle 12:35 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 2705 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, ancona, soldi, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E38