Confindustria: continua la settimana dell’innovazione, il cemento a 'Km 0'

confindustria generico Ancona 21/11/2012 - Martedì sera la testimonianza di Francesco Vito Tassone, che ha inventato una macchina per farsi il cemento da solo. Mercoledì e giovedì altre innovazioni in programma.

Prosegue il confronto sul tema dell’innovazione nella sede di Confindustria Ancona: ieri sera è stato Francesco Vito Tassone, dell’azienda calabrese Personal Factory, a relazionarsi con gli imprenditori locali. Tassone ha “reinventato” il cemento fino al punto di smaterializzarne la produzione. Nel 2012 ha rappresentato l’innovazione italiana all’Expo di Shangai. “Qui a Simbario (ndr un paesino della Calabria) le strade sono poche e brutte, mio padre perdeva tempo negli spostamenti. Allora mi sono detto: Perché non abolire la logistica? Perché non permettere a chi lavora nel settore edile di prodursi la malta da sé?” Ed è così che grazie all’innovazione tecnologica e all’aiuto della chimica e dell’informatica, è nata Origami4, una macchina che produce tutti i tipi di malta in maniera ecologica, in poco tempo e direttamente in loco … il tutto in soli 6mq.

Una vera rivoluzione per l’edilizia. Stasera sarà invece la volta di Enrico Dini (Dinitech) che realizza soluzioni abitative innovative attraverso una stampante che stampa forme libere di qualsiasi dimensione in formato reale 1:1.

Questa tecnica utilizza semplice sabbia e uno speciale inchiostro, un bi-componente inorganico e perfettamente ecocompatibile, che trasforma la sabbia, o un materiale granulare alternativo, in roccia. Accanto a Dini interverrà anche Paolo Matteazzi (MBN Nanomaterialia) che produce materiali innovativi grazie alle nanotecnologie sotto forma di polveri metalliche, ceramiche o polimeriche realizzate attraverso un particolare processo di sintesi allo stato solido contraddistinte da una struttura interna "ultrafine”, che può avere applicazioni in molteplici settori, dagli utensili al bio medicale. Domani sera gli imprenditori ascolteranno due testimonianze strettamente interconnesse: il primo crea l’innovazione e il secondo la applica nel concreto.

Solitario Nesti (Next) è a capo di un organismo di ricerca che opera per il miglioramento dell'innovazione tecnologica e della competitività delle aziende, utilizzando nanotecnologie per implementare prodotti e materie prime. Tra gli altri progetti, Next ha realizzato un tessuto antibatterico implementato con nanotecnologie. Manuele Meoni e Leopoldo Corsi (Orion) hanno applicato la tecnologia sviluppata dal laboratorio di ricerca “Next”, realizzando ambulanze completamente asettiche e antibatteriche grazie al tessuto nanotecnologico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2012 alle 22:44 sul giornale del 22 novembre 2012 - 1438 letture

In questo articolo si parla di attualità, confindustria, innovazione, Confindustria Ancona, cemento, Km 0

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GkV