Porto di Ancona: tre clandestini nascosti nel doppiofondo di una motrice. Arrestato il conducente del mezzo

Operazione della Guardia di Finanza di Ancona 1' di lettura Ancona 03/04/2013 - Tre cittadini extracomunitari di origine afgana sono stati trovati all'interno di un doppiofondo celato nella motrice di un camion proveniente dalla Grecia.

La Guardia di Finanza, in collaborazione con la locale Agenzia delle Dogane e con la Polizia di Frontiera, ha individuato nel porto di Ancona i tre uomini, sprovvisti dei documenti di riconoscimento.

I soggetti, diretti in Olanda, hanno affrontato il viaggio in uno spazio ristrettissimo ed in pessime condizioni igieniche, sborsando circa 4000 euro a testa. La motrice era priva di rimorchio e quindi, in caso di incidente o altra disavventura, difficilmente ne sarebbero potuti uscire incolumi.

Dopo i primi soccorsi, i tre clandestini sono stati consegnati alla locale Polmare che ne ha curato il “respingimento” verso la Grecia, imbarcandoli sulla stessa nave con la quale erano giunti in Italia.

Il conducente del mezzo, un cittadino di nazionalità bulgara, è stato arrestato e trasferito alla Casa Circondariale di Montacuto con l’accusa di favoreggiamento all’immigrazione clandestina, aggravata dal trattamento inumano dovuto alle condizioni di trasporto.


di Micol Misiti
redazione@vivereancona.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2013 alle 16:00 sul giornale del 04 aprile 2013 - 1296 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, clandestini, porto di ancona, collaboratori, guardia di finanza ancona, vivereancona, Micol Misiti, vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LkD





logoEV