Falconara: ex Saracini e Bypass, la lettera aperta del Comitato quartiere Fiumesino

Penna 3' di lettura 23/10/2013 - La LETTERA APERTA dell'Associazione Comitato quartiere Fiumesino di Falconara Marittima inviata al al Presidente della Regione Marche, al Presidente della Provincia di Ancona, al Prefetto di Ancona, al Sindaco del Comune di Falconara.

L'Ass. Comitato quartiere Villanova e la ONLUS l'Ondaverde di Falconara M. esprimono condivisione e sottoscrivono la LETTERA! Staff Comitati e l'Ondaverde LETTERA APERTA Ex caserma "Saracini" - fra incendi, degrado, sperpero di denaro pubblico e by-pass! Il fuoco divampato nella ex caserma "Saracini" non solo ha bruciato un intero stabile, ma ha anche illuminato una situazione di degrado e sperpero di denaro pubblico a più livelli. E la colpa dell'incendio non è tanto di chi ha acceso il fuoco, ma anche e soprattutto delle Amministrazioni Pubbliche ed Istituzioni che con la loro assenza - per opportunismo o incompetenza o superficialità o colpa questo non lo possiamo dire - consentono che milioni di Euro in beni pubblici vengano distrutti, ed insieme a loro l'esistenza, la vivibilità, la sicurezza, l'economia di un intero territorio e della popolazione che ci vive. Non possiamo fare a meno di ricordare che anni fa la ex caserma era in procinto di essere messa in vendita, cosa che accadde con successo per altre ex caserme nel resto d'Italia.

Che cosa bloccò la vendita? Da quello che emerse fu solo il progetto massacrante del by-pass ferroviario API! E la caserma, bene pubblico quindi soldi pubblici dei cittadini, nel frattempo è marcita, distrutta! A chi dovremmo chiedere conto di queste perdite? All'Agenzia del Demanio? Al Ministero? Al Comune? ... a Dio? E questi signorotti della politica hanno pure il coraggio di aumentarci le tasse! PER RIQUALIFICARE LA EX CASERMA DI POSSIBILITÀ CE NE SONO TANTE! In particolare un progetto da tempo sostenuto dai Comitati e, soprattutto, condiviso dalle realtà economiche-produttive locali , disposte ad investire su di esso. Ma l'Amministrazione Comunale continua a mettere la condizionale del by-pass e al contempo sostenendo in netto contrasto la difesa delle aree verdi e del territorio, seguendo la bieca logica della compensazione, per cui il verde viene spostato sempre altrove, dove non da "fastidio", e la città è sempre più strangolata dalla devastazione del territorio.

Ma come! Questa estate sembrava che obiettassero questo progetto e adesso tornano a considerarlo inevitabile, come cosa fatta? Ci rimane sempre più difficile continuare a fidarci: - di questa Amministrazione Comunale! Che con le sue dichiarazioni alterne dimostra un solo intento, quello di appoggiare comunque questo disastroso progetto! - Della Amministrazione Regionale che pensa solo ad un certo tipo di sviluppo: quello che fa comodo ai poteri forti! Il by-pass API diventerà un'altra No-Tav? Se gli uomini dello Stato, forti solo delle loro cariche, continueranno ad imporre le loro esclusive volontà, con un fare che a noi ricorda solo metodi tipicamente dittatoriali, contro la volontà e gli interessi diffusi e reali dei cittadini, LORO SÌ IL VERO STATO, sarà impossibile recuperare dai cittadini quella fiducia nelle Istituzioni ormai occupate da uomini che riteniamo non più rappresentanti dei cittadini ma solo ed esclusivamente dei poteri forti e dei loro interessi!

Franco Budini Presidente del Comitato Fiumesino - Falconara






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-10-2013 alle 22:42 sul giornale del 24 ottobre 2013 - 1427 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, scrivere, cittadini in comune, Lista Civica, penna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tw0