Mense, M5S: 'La china è evidente: la parola d'ordine è risparmiare esternalizzando'

Andrea Quattrini Ancona 08/04/2014 - Con grande preoccupazione abbiamo avuto conferma di ciò che era nell'aria. L'amministrazione comunale si accinge a realizzare il progetto della esternalizzazione dei centri cottura.

La (sia pure perfettibile) gestione diretta continua a sgretolarsi pertanto è intenzione di proseguire con la esternalizazione di due centri cottura su cinque presenti nel territorio comunale. Gli altri servizi attinenti al servizio (es. somministrazione) lo sono già da tempo; di fronte alla delicatezza del compito fino ad ora non ci si era spinti mai oltre.

Il bilanciamento del valore "salute" con "risparmio" aveva, fino ad ora, visto prevalente il primo... fino ad ora.... Non sono rari i casi in cui alla esternalizzazione è seguita una "caduta verticale" del sistema dei controlli con conseguenti ripercussioni sulla salute dei destinatari del servizio cioè i bambini.

Nei comuni dove si è abdicato a questo compito si tenta un faticoso ritorno indietro: dal punto di vista del risparmio economico i vantaggi non si sono rivelati poi così importanti e i costi, non solo economici, assai prevalenti. Il blocco delle assunzioni ed il contenimento delle spese le ragioni dell'intervento...ma davvero non c'è altra via percorribile? e davvero il risparmio deve essere realizzato in settori delicati come questo? Guardiamo altrove, per favore.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2014 alle 17:03 sul giornale del 09 aprile 2014 - 730 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, andrea quattrini, MoVimento 5 Stelle Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2eX





logoEV