A14: lavori Senigallia-Ancona Nord, il 5 maggio riparte il cantiere

nuovo svincolo autostradale di Montemarciano Ancona 28/04/2014 - Dopo il primo incontro dello scorso 4 aprile, prosegue il Tavolo Istituzionale di Monitoraggio del Ministero dei Lavori Pubblici tra Austostrade per l'Italia (ASPI) e il Gruppo Claudio Salini, capofila della controllata Consorzio Stabile SAMAC.

"Questi appuntamenti settimanali al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - commenta l'ing Claudio Salini - stanno contribuendo fattivamente e positivamente a trovare le soluzioni alle problematiche lamentate dal Consorzio SAMAC ed a ripianare i rapporti con ASPI. Ci auguriamo - continua l'ing. Salini - che il CdA di ASPI ratifichi quanto prima gli intendimenti che si sono presi nel corso dell'ultimo Tavolo Istituzionale del 18 aprile, che prevede sia l'approvazione del Programma dei Lavori con il termine dei lavori a fine 2015 che la rimodulazione del quadro economico della commessa".

Il Consorzio SAMAC e ICS SPA si sono impegnati nel corso dell'ultimo incontro a dare avvio, sin da questa settimana, a tutte le attività propedeutiche per riavviare il cantiere dal 5 maggio ed entrare a regime sin dal mese di luglio con lo scavo della Galleria Cavallo, come da Programma dei Lavori condiviso in tale sede. "Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti dal Tavolo di Monitoraggio di questa importante infrastruttura per il Paese ", conclude l'ing. Claudio Salini.

"Questo modello di confronto aperto con le Stazioni Appaltanti e moderato da Autorità Istituzionali - attraverso appositi Tavoli di gestione e controllo di Opere Pubbliche di carattere nazionale - é uno strumento fondamentale per risolvere situazioni in fase di stallo".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2014 alle 10:25 sul giornale del 29 aprile 2014 - 1509 letture

In questo articolo si parla di montemarciano, giulia mancinelli, politica, senigallia, casello autostradale, Movimento 5 Stelle, M5S

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3bc


Carletti Antonio

29 aprile, 10:04
Invece di fare tanti proclami, sarebbe meglio che Salini mettesse mano al portafogli e pagasse gli stipendi arretrati dell'anno scorso ai dipendenti che hanno regolarmente prestato la loro opera !




logoEV