Strutture per l’infanzia, innovati i servizi per i più piccoli. Aperta la nuova sezione primavera all’ex Crass

Borini e Urbinati 2' di lettura Ancona 12/05/2014 - Si rinnovano i servizi per l’infanzia del Comune di Ancona. I cambiamenti si concentreranno in particolare su un’evoluzione dell’offerta delle diverse strutture in modo da andare incontro ai nuovi bisogni delle famiglie, cercando un equilibrio tra risorse finanziarie ed umane.

Confermate le diverse tipologie di offerta – asili nido, centri per l’infanzia, centro primavera e tempo per le famiglie – saranno innanzitutto gli orari degli asili nido ad essere modulati: nei nidi a gestione diretta comunale che prima svolgevano l’orario 7,30 – 16 gli orari saranno ampliati fino alle 16,30 per gli asili “Agrodolce” e Babylandia”, il “Chicco di grano” e “Orsacchiotto” varieranno fino alle 17,30.

“Abbiamo cercato riorganizzare i servizi dell’infanzia rispondendo alle esigenze delle famiglie, del personale dipendente e delle strutture affidate alle cooperative” esordisce Tiziana Borini Assessore ai Servizi Scolastici “abbiamo garantito un servizio omogeneo grazie ad un coordinamento interno e una formazione continua con gli esperti che coinvolgono tutto il personale educativo interno ed esterno. Inoltre ci sarà una rivoluzione interna alle strutture dell’asilo nido perché abbiamo aumentato le classi dei bambini soprattutto del primo anno, che avevano un’esigenza maggiore, confermando sempre il rapporto di un’educatrice ogni 4-7 bambini”.

Le domande per l’iscrizione al nido, che possono essere effettuate fino al 30 maggio (tutte le info su www.comune.ancona.it) confermano inoltre le tariffe per l’anno prossimo, ampliando la retta con l’orario fino alle 16,30 e introducendo la sezione primavera.

Dati alla mano per l’anno 2014-2015 saranno 141 i bambini del primo anno rispetto ai 129 dell’anno precedente, 84 per il secondo anno contro i 71 e una diminuzione del terzo anno da 69 a 64. Un’ulteriore novità sarà rappresentata dalla nuova struttura primavera, previsto e in parte finanziato dalla Regione Marche, “L’isola di Elionor” che sarà ospitata presso i locali ex Crass; locali nuovi che ospiteranno bambini dai 24 ai 36 mesi intitolati ad Elinor Goldschmied una pedagogista inglese che ha dedicato molti studi all’apprendimento dei bambini nella fascia di età che va dalla fine dell’asilo nido all’inizio della scuola dell’infanzia.

Infine, oltre un calendario di giornate prestabilite consultabile nel sito web comunale, sabato 17 maggio è previso un “Open Day” di tutti i servizi per l’infanzia che saranno aperti al pubblico dalle 9,30 alle 11,30 cosicchè i genitori potranno visitare i plessi e chiedere informazioni alle educatrici sulle modalità di fruizione della struttura.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2014 alle 23:19 sul giornale del 13 maggio 2014 - 983 letture

In questo articolo si parla di attualità, Marco Porcu, urbinati, borini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/33e