Montacuto: due detenuti tentano il suicidio in carcere. Muore un residente a Civitanova

carcere 1' di lettura Ancona 27/05/2014 - Due detenuti hanno tentato il suicidio nel giro di poche ore: per uno di loro nulla da fare: morto impiccato. Questo il drammatico bilancio di lunedì nel carcere di Montacuto. Dall'inizio dell'anno, già 15 detenuti si sono tolti la vita.

Vittima del drammatico gesto Giovanni Aireti, 64enne originario di Frosinone, ma residente a Civitanova. L'uomo si è tolto volontariamente la vita, nella sua cella lunedì intorno alle 14 passate, impiccandosi. Arieti era detenuto nel carcere anconetano dal dal 13 gennaio scorso per tentato omicidio, dopo aver accoltellato, al culmine di una lite domestica a Civitanova Alta, la moglie che ha riportato diverse ferite. Inutili i soccorsi, per lui ormai non c'era più nulla da fare.

Mentre un'altro detenuto, nella mattina, aveva tentato la stessa sorte, senza riuscire. Si tratta di un tunisino di 21 anni che ha ingerito un mix potenzialmente letale: candeggina assieme a lamette taglienti. Soccorso dal personale penitenziario e medico è stato trasferito all'Ospedale Regionale di Torrette, dove si trova ora ricoverato.






Questo è un articolo pubblicato il 27-05-2014 alle 18:06 sul giornale del 28 maggio 2014 - 1889 letture

In questo articolo si parla di cronaca, suicidio, redazione, ancona, carcere, montacuto, civitanova, vivere ancona, evasione, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4Us