San Benedetto: Sequestrate 7 tonnellate di pesce surgelato. Nei guai anche un anconetano

1' di lettura Ancona 29/05/2014 - Gli agenti del Commissariato di Polizia di San Benedetto del Tronto hanno arrestato un noto pregiudicato locale e deferito all‘Autorità Giudiziaria altri due soggetti di origini anconetane e pugliesi. La persona arrestata, D.R. di 34 anni, si è sostituito all'amministratore delegato di una ditta alimentare dell'hinterland ascolano ed ha ordinato un ingente quantità di pesce surgelato presso una ditta olandese poi spedita e consegnata direttamente ai malfattori presso l'area portuale di Ancona martedì 27 maggio.

Nella fase di scarico/carico però qualcosa non è andato per il verso giusto, alcune persone si sono insospettite dai movimenti maldestri e furtivi ed hanno prontamente avvertito la Polizia. Il camion carico è riuscito nel frattempo a prendere l'autostrada in direzione sud poi però un guasto della cella frigorifera ha costretto D.R a fare scalo nella sua città per riparare il mezzo e raggiungere successivamente il luogo dove smistare il pesce fraudolentemente ottenuto.

L'uomo è stato fermato dal personale del Commissariato sambenedettese e dalla squadra mobile di Ancona, il camion è stato sequestrato e il conducente tratto in arresto mentre l'ingente quantitativo di pesce è stato restituito alla ditta alimentare truffata.

L'uomo, oltre ad essere fermato per truffa aggravata e sostituzione di persona è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per aver circolato con un camion senza appropriata patente di guida, il Sostituto Procuratore Cinzia Piccioni ha disposto gli arresti domiciliari.

Le indagini per svelare altri eventuali complici sono ancora in corso.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2014 alle 19:22 sul giornale del 30 maggio 2014 - 987 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Alessia Rossi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/43F