Dormivano abusivamente nella cittadella ospedaliera. Scattano le denunce

Ancona 31/10/2014 - Dormivano abusivamente nella cittadella ospedaliera: pizzicati dalle Volanti. Un totale di sette denunce.

Nel corso dei servizi di prevenzione effettuati dagli Agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, sono state controllate alcune zone del capoluogo dorico ove, nelle ore notturne, dimorano abusivamente persone senza fissa dimora.

Nell'occasione gli Agenti, diretti dal Vice Questore Aggiunto, Cinzia Nicolini, procedendo al controllo della "cittadella" ospedaliera di Torrette, hanno identificato e denunciato sette persone, tra queste anche due donne, che dormivano abusivamente all'interno della struttura su giacigli di fortuna.

Per tre di loro, oltre alla denuncia per invasione di edifici, è scattata anche la denuncia per l'inottemperanza al foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Ancona. Dopo le attività di rito i sette sono stati rilasciati. Controllate anche alcune zone del centro cittadino fortunatemente con esito negativo.








Questo è un articolo pubblicato il 31-10-2014 alle 16:06 sul giornale del 03 novembre 2014 - 2209 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaRe


Ma la Costituzione non prevede dei diritti minimi per tutti i cittadini.
Ora l'amministrazione comunale di Ancona, ma pressoché di tutti i comuni del circondario, se ne frega altamente del diritto ad un tetto per tutti gli indigenti non una casa, no un alberto, una tettoria dove stare riparati dalle intemperie dell'autunno o peggio del prossimo inverno e questi ultimi vengono denunciati per invasione di uffici. Bah? mascherarsi da parenti dei ricoverati e dormire in silenzio senza fare danni in un ospedale non è giusto ma fare stare in mezzo alla strada o a morire alla stazione di ancona è peggio. Torni la solidarietà se non vogliamo veramente finire a scannarci tutti per un euro.