Viaggia ubriaco da Ancona a Senigallia, 21enne di Camerino rischia la galera

2' di lettura Ancona 01/11/2014 - Nelle prime ore di giovedì al centralino del 113 sono giunte numerose richieste di intervento in un quartiere del centro di Senigallia dove i residenti lamentavano il fatto che qualcuno suonava insistentemente e senza un valido motivo i campanelli dei citofoni.

La Squadra Volante del Commissariato di Senigallia ha rintracciato, riverso sullo sterzo della propria auto e privo di sensi, il giovane descritto come colui che aveva suonato più volte vari campanelli delle abitazioni circostanti. Pertanto gli agenti hanno provveduto ad accertarsi sulle condizioni del giovane e ad eseguire tutti i controlli del caso.

Nel frattempo il giovane, identificato nello studente universitario 21enne G.G. originario di Camerino, si è svegliato e parlando in modo assolutamente disconnesso ha chiesto agli agenti come mai si trovasse a 'Roma'. Comprendendo dalle frasi e dal comportamento che il 21enne era sotto l'effetto di sostanze alcoliche, gli uomini del vice questore aggiunto Agostino Maurizio Licari hanno deciso di sottoporlo all'alcoltest dal quale è risultato avere un tasso alcolemico di poco inferiore a 2,00 g/l.

Accompagnato quindi in Commissariato per gli ulteriori accertamenti, il giovane studente universitario è stato denunciato per il reato di guida in stato di ebbrezza, per la fattispecie più grave che prevede l’arresto da 6 mesi ad 1 anno, la sanzione da 1500 a 6000 euro nonché la sospensione della patente da 1 a 2 anni. L'auto è stata sottoposta a sequestro.

Infatti- spiega la Polizia- una volta riavutosi, il giovane originario di Camerino avrebbe dichiarato di essere stato in discoteca ad Ancona almeno fino alle tre del mattino ma di non ricordare nulla di quanto accaduto dopo e neppure del viaggio compiuto, alla guida della propria auto, da Ancona fino a Senigallia dove, dopo varie ore, è stato trovato con un tasso alcolemico ancora molto elevato. Ad aggravare l'episodio poi c'è l’elevato rischio per l’incolumità personale corso sia dal giovane sia da quanti si trovavano a transitare sull’arteria, percorsa dal giovane in modo del tutto “incosciente”.






Questo è un articolo pubblicato il 01-11-2014 alle 11:28 sul giornale del 03 novembre 2014 - 1065 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, ancona, alcool, camerino, etilometro, Sudani Alice Scarpini, guida in stato di ebbrezza alcolica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaSE