De Biagi futuro prefetto di Ancona presenta l'ultimo servizio. Un sms contro spaccio e bullismo

De Biagi Paolo prefetto di Ancona Ancona 03/11/2014 - Un sms contro spaccio e bullismo, d'ora in poi anche ad Ancona le segnalazioni di casi di spaccio e bullismo soprattutto nell'ambito scolastico potranno pervenire a chi di dovere anche via sms. A presentare il servizio, gestito dal Ministero dell'Interno, il futuro prefetto di Ancona, Paolo De Biagi. "I giovani sentinelle delle Forze dell'Ordine". (La video intervista)

"I giovani saranno le sentinelle per facilitare il lavoro delle Forze dell'Ordine". Così Paolo De Biagi, Viceprefetto dorico. Già attivo da alcuni giorni, ma ufficializzato solo lunedì in prefettura ad Ancona grazie all'iniziativa indetta dal Misteri dell'Interno, il nuovo servizio per prevenire e contrastare due fenomeni dilaganti nel mondo dei giovani ed in particolare nell'ambito scolastico: quello spaccio di sostanze stupefacenti, così come quello del bullismo. Un modo questo per segnalare relativi episodi e far intervenire in modo rapido le Forze dell'Ordine, non senza il vaglio della sala operativa della Questura.

Come funziona il servizio. I messaggi gratuiti e volendo anche anonimi saranno inviati ad un numero nazionale. Basterà digitare l'sms ed inviarlo al 43002 indicando la provincia di riferimento (Ancona ndr) dove è stato rilevato il fatto e segnalare nel corpo del testo la situazione di disagio. Da notare è che se si omette la provincia l'sms verrà rinviato all'autore.

"Il sistema può funzionare - ha commentato De Biagi - solo se verrà diffuso tra i giovani". Già giovedì è stata diramata la circolare nelle scuole della provincia di Ancona, ma anche comuni organizzazioni sindacali, associazioni e tante altre realtà locale. "Vogliamo andare incontro ai giovani - ha aggiunto De Biagi - per la loro incolumità e per il regolare svolgimento anno scolastico".

L'iniziativa, sperimentata nella provincia di Roma, ha ottenuto buoni risultati e da qui la volontà del Ministero di estenderla a tutte le province a livello nazionale. Il sistema a livello locale, poi, verrà monitorato trimestralmente ed i dati verranno trasmessi direttamente al Ministero. "Già dal 2007, con l'osservatorio regionale, - ha dichiarato Anna Maria Nardiello dell'ufficio scolastico regionale - stiamo portando avanti un progetto contro il bullismo per valutare gli esiti sia sulla vittima che su chi provoca atti di bullismo. Vi sono situazioni in cui non si ha sempre il coraggio o la tranquillità di per poter agire - ha precisato la Nardiello - ma grazie anche alla riservatezza di questi messaggi ora sarà tutto più semplice". Non ultimo attivato anche un tavolo alla presenza anche del garante per l'infanzia sun un'altra questione 'spinosa': il cyber bullismo ed il corretto approccio ad internet.

Episodi di bullismo e spaccio per quanto riguarda la provincia di Ancona registrano un calo rispetto allo scorso anno. "Complessivamente - ha affermato De Biagi - i dati sul bullismo sono in leggero decremento a livello provinciale e mi sento di dire lo stesso anche riguardo allo spaccio". Inoltre una statistica non ufficiale a livello regionale somministrata da un insegnante lo scorso anno registrebbe il fatto che uno studente su quattro ha subito forme di bullismo.

Presenti alla presentazione anche il Comandante provinciale dei Carabinieri Amoroso, Il Dott. Canuti della Guardia di Finanza, la Dott.ssa Montesi Dirigente ambito Ordine e Sicurezza della Prefettura, il Comandante Amato del Corpo Forestale e non ultimo il Questore dorico Stefano Cecere che a margine della conferenza stampa ha dato la notizia: "Paolo De Biagi è il futuro neo prefetto di Ancona". Biagi fino ad oggi Viceprefetto vicario (il 20 febbraio scorso l'insediamento ad Ancona ndr) seguirà, con molta probabilità, ad Alfonso Pironti.








Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2014 alle 15:19 sul giornale del 04 novembre 2014 - 2890 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, prefetto di ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, De Biagi Paolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaW2


massimo cortese

04 novembre, 20:26
Presso la Commissione Affari Costituzionali del Senato è all'esame, dal 29 luglio 2014, un disegno di legge sulla prevenzione dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo.