Geometra trovato impiccato al Conero. Al vaglio anche l'ipotesi del non-suicidio

ambulanza Ancona 04/11/2014 - Sarebbe al vaglio anche l'ipotesi del non-suicidio per il geometra 62enne trovato impiccato al Conero. L'uomo residente ad Ancona era originario dell'ascolano.

Avambracci feriti come per tagliarsi le vene e nessun biglietto di addio nella sua auto parcheggiata non lontana dal luogo della tragedia, nel campo sportivo della Marina. Sarebbero questi dei dettagli non trascurabili al vaglio degli inquirenti dopo il ritrovamento del corpo esamine, su un sentiero del Monte Conero, di G.M. geometra 62enne del posto, ma originario dell'ascolano. Si stanno analizzando tutti gli elementi, dunque, prima dell'archiviazione del caso come suicidio.

La tragica scoperta proprio lunedì mattina intorno alle 8.30, quando un cane a spasso con la sua padrona, al Poggio, ha fiutato qualcosa e poi il triste ritrovamento dell'uomo impiccato ad un albero, ma per lui ormai non c'era più nulla da fare. A condurre le indagini la Polizia, mentre sul posto oltre ai mezzi sanitari, anche i Carabinieri.






Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2014 alle 18:24 sul giornale del 05 novembre 2014 - 3104 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, ambulanza, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa2K





logoEV