Gli estorcono denaro per restituire cellulare rubato. Due arresti

Ancona 04/11/2014 - Prima glielo rubano e poi gli estorcono denaro per restituire il cellulare rubato. Ma all'appuntamento la vittima si presenta con i Carabinieri. Due arresti.

E' successo nel tardo pomeriggio di lunedì, quando le gazzelle del Nucleo Radiomobile unitamente agli investigatori dell’aliquota operativa traevano in arresto per estorsione due cittadini romeni M.C.E. classe e Z.S., rispettivamente, classe ’95 e ’79, entrambi domiciliati ad Ancona.

Il fatto era accaduto il 3 novembre scorso quando la vittima, che aveva smarrito il proprio telefono cellulare provava a contattare il suo numero ed è qui che dall'altra parte rispondeva una giovane donna dall'accento dell’est che chiedeva 100 euro in cambio della restituzione del proprio telefonino.

E' così che la vittima, prima dell'appuntamento, si rivolgeva ai Carabinieri del Nor. I militari si appostavano così in via de Gasperi in attesa dello scambio. Ma all'appuntamento si presentavano in due: un uomo ed una donna che lasciavano il cellulare in una vicina tabaccheria per quindi ritirare, poco dopo, il contante che la vittima aveva già depositato in un posto predefinito. Una volta avuta la certezza dello scambio, i carabinieri sono intervenuti per fermare i due soggetti e trarli dunque in arresto dopo aver recuperato la somma in denaro. Accompagnati in caserma per gli accertamenti di rito i due sono stati posti agli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2014 alle 15:52 sul giornale del 05 novembre 2014 - 1309 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa1S





logoEV