Pista ciclabile: PD, "L’Assessore Astolfi si deve dimettere"

Bandiera Partito democratico Ancona 04/11/2014 - Nella stagione della spending review, succede che a Falconara la Giunta Brandoni vieta l’uso ai cittadini della nuova pista ciclabile realizzata sul lato destro del fiume Esino, con un costo per la collettività di 738.000,00 €, per consentire l’attività venatoria ai gestori di un appostamento fisso da caccia situato a distanza di sicurezza inferiore a quella prevista.

Un caso emblematico di clientelismo, favoritismo e mala gestione della cosa pubblica che impedisce ai cittadini di usufruire di una struttura pubblica per privilegiare un interesse privato senza alcun motivo plausibile, essendo l’appostamento fisso da caccia soggetto a rinnovo annuale ed a revoca in caso di necessità da parte della Provincia. C’è voluta una interrogazione del Gruppo consiliare PD per smascherare il caso, che sta mettendo in seria difficoltà la Giunta Brandoni che corre ai ripari annullando gli atti amministrativi approvati, come se ciò fosse sufficiente a ripristinare la legalità. Non possono essere cancellate le due delibere di Giunta la n. 382/2013 e la n. 354/2014 che hanno già impedito, dolosamente, per cinque mesi l’anno scorso e per due mesi quest’anno, l’uso pubblico della pista ciclabile al solo scopo di rimuovere l’ostacolo al rinnovo della autorizzazione provinciale ai gestori del capanno da caccia.

Il tutto si chiarisce bene quando si viene a sapere che i gestori dell’appostamento fisso da caccia hanno un rapporto di parentela stretto (entro il 4° grado) con l’Assessore Astolfi, che vota le delibere incriminate in Giunta decretandone di fatto la nullità per precise disposizioni di legge. La vicenda è di una gravità inaudita che denota mancanza di senso civico, pressapochismo amministrativo e gestione disinvolta della cosa pubblica.

Un Assessore che si giustifica dichiarando di essere stato “inconsapevole” del conflitto di interessi in cui si è venuto a trovare, pur avendo istruito in prima persona l’intera pratica, non è più credibile e non può rimanere al suo posto. Il PD di Falconara chiede le dimissioni immediate dell’Assessore Astolfi (essendo anche recidivo dopo il recente richiamo ricevuto dalla Prefettura per le sue dichiarazioni in merito alla sicurezza) e si riserva di segnalare l’intero operato della Giunta Brandoni alle autorità di controllo e di vigilanza preposte.

La Segretaria di Circolo e il Gruppo consigliare PD di Falconara


da Albarosa Talevi

segretario Pd Falconara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-11-2014 alle 09:08 sul giornale del 05 novembre 2014 - 1407 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, pd, Albarosa Talevi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaZx





logoEV