Il coraggio di innovare (anche ad Ancona). Siglato a Genova importante manifesto d'avanguardia

Ancona 06/11/2014 - "Bisogna avere coraggio ed un pizzico di follia". E' così che Alessandra Rucci, Dirigente del Savoia Benincasa di Ancona definisce il percorso che l'ha portata oggi fino a Genova. Siglato patto storico per il futuro dell'innovazione nelle scuole. L'Istituto anconetano al tavolo con 20 scuole d'Italia.

Sono venti le 20 scuole d'Italia che hanno segnato oggi, giovedì 6 novembre 2014, a Genova un importante momento storico per il futuro dell'innovazione. Tra queste anche l'istituto anconetano Savoia Benincasa guidato da una Dirigente, la Dott.ssa Alessandra Rucci, che ha saputo in questi anni guardare oltre, al futuro trasformando il tradizionale modello didattico attraverso l'innovazione in tutte le sue sfaccettature. Dall'utilizzo di ICT (Information and Communication Technology) fino rompere con la tradizionale idea di classe e la centralità della lezione frontale per portare i giovani, con diverse modalità ed anche divertendosi, a trovare e sviluppare le proprie potenzialità.

Un momento storico, dunque, per chi (e non solo) in Italia ha cercato di scardinare la didattica tradizionale. Al centro dell'attenzione, oltre ai ragazzi, ci sono stati anche loro: professori e dirigenti scolastici "d'avanguardia" che hanno scommesso negli ultimi anni, forse più di altri, portando avanti l'arduo compito di traghettare gli studenti verso un futuro tecnologico tutto in salita. "Ci vuole coraggio ed un pizzico di follia, proprio quella che ci ha portati fin qui" ha spiegato la Rucci. E poi la volontà di rendere veramente "la scuola migliore, il mondo un pò migliore" e tutto per loro, la sua vera ragione di vita: i ragazzi.

"A portarla qui - spiega lei - il mio carattere aperto che non si abbatte facilmente. Innovare non è facile, ma poi vedo la gioia negli occhi dei miei ragazzi...". Ed un consiglio che la Rucci si sente di dare ai colleghi Dirigenti è quello di non lasciarsi sopraffare dalla burocrazia, mentre a tutti gli altri di non essere mai gelosi delle proprie esperienze. Ora agli Istituti del Manifesto di Genova l'incarico di promuovere l'innovazione mettendosi al servizio di tutte le scuole apportando esperienze e raccontando di errori per creare una rete d'innovazione sempre più ampia e condivisa.








Questo è un articolo pubblicato il 06-11-2014 alle 18:44 sul giornale del 07 novembre 2014 - 1744 letture

In questo articolo si parla di cultura, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa9U





logoEV