Ospedali Riuniti ed Inrca. La Commissione Salute incontra gli operatori

2' di lettura Ancona 06/11/2014 - Sanità anconetana. Incontro pomeridiano della Commissione Salute della Regione Marche con gli operatori dell'A.U.O di Torrette e dell'INRCA. Busilacchi: “Ascoltare le proposte e le critiche dei territori e degli operatori è fondamentale. Sono loro la chiave del successo della sanità marchigiana.”

“Un appuntamento molto partecipato e ricco di interventi, spunti e proposte di cui sono molto soddisfatto.” Così Gianluca Busilacchi al termine dei lavori della Commissione Salute che per l'intera giornata di oggi (6 novembre) ha ascoltato gli operatori della sanità anconetana. “La Commissione consiliare – prosegue Busilacchi - ha infatti istituzionalmente una funzione di indirizzo e controllo sugli atti di competenza ed è bene che su una partita così delicata e complessa come quella delle reti cliniche e delle case della salute ci siano tutti i passaggi democratici necessari e che vengano ascoltate le proposte e anche le critiche dei territori e soprattutto degli operatori sanitari. Sono loro la chiave del successo della nostra sanità.”

Sessione pomeridiana della Commissione Salute della Regione Marche che, dopo l'incontro avuto in mattinata con gli operatori dell'Area Vasta 2 e dell'ASUR, nel pomeriggio ha incontrato gli operatori dell'A.U.O di Torrette e dell'INRCA.

La riunione è stata aperta dal Dott. Giuseppe Zuccatelli Direttore dell'INRCA, che ha fatto una breve sintesi delle specificità dell'Istituto a vocazione esclusivamente geriatrica e con peculiarità difficilmente trovabili in altri presidi. Ospedali di insegnamento e ruolo unico per i medici le proposte formulate da Zuccatelli per affrontare la crisi economica attuale. E' poi intervenuto il Dott. Paolo Galassi, Direttore generale dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Torrette, che ha evidenziato le difficoltà conseguenti le sempre minor risorse provenienti dallo Stato. Nonostante questo è stato fondamentale realizzare la riforma del Servizio Sanitario regionale. Ricerca delle strutture da chiudere, da declassare è stato obbligo per accedere ai finanziamenti aggiuntivi.

Si è seguita la linea delle Reti Cliniche e i Direttori sanitari hanno stilato un documento complesso sfociato nella delibera approvata dalla Giunta regionale nel 2013. A seguire il Prof.Antonio Benedetti, Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'UPM, ha evidenziato la buona situazione che vive, nel panorama nazionale universitario, il percorso universitario di Medicina. Nelle Marche vi è un'unica agenzia di formazione universitaria presente in tutto il territorio regionale con 192 figure di insegnamento e i nostri studenti hanno riconosciuta una ottima formazione a livello internazionale. Il Dott. Valentino Cherubini del Salesi ha sottolineato la indispensabilità di rafforzare, ancor prima del ricovero, l'aspetto della cura ambulatoriale per dare risposte specialistiche ai medici e ai genitori di tutto il territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2014 alle 16:03 sul giornale del 07 novembre 2014 - 1241 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Assemblea legislativa delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aa9b





logoEV