Sirolo: adeguamento del PRG al Piano del Parco. PD: "L’auspicio è una netta inversione di tendenza"

Bandiera Partito democratico 2' di lettura 07/11/2014 - Abbiamo appreso dai volantini dell’Amministrazione Comunale che è stato dato avvio alle procedure per l’adeguamento del PRG di Sirolo al Piano del Parco. Da quanto comunicato, il Comune dichiara di volersi impegnare a valutare tutte le proposte dei cittadini, compatibilmente con le norme e le leggi vigenti, e gli obiettivi di tutela e valorizzazione del territorio e dei suoi insediamenti.

L’auspicio della sezione PD di Sirolo è che questo adeguamento al Piano del Parco rappresenti una netta inversione di tendenza rispetto alle passate politiche urbanistiche del Comune di Sirolo. Ci sembra evidente che la politica del mattone, dato il contesto economico, sia ormai superata e che abbia prodotto ingenti danni all’ambiente. Si è mediamente costruito molto più di quanto servisse, consumando il territorio e lasciandolo degradato perché non abitato. Negli ultimi anni Sirolo ha avuto un’espansione urbanistica incontrollata, che ha subito uno stop solo a causa della crisi edilizia. La ripresa della cementificazione va assolutamente fermata, prima che gli effetti siano devastanti come in località vicine. Anche i cittadini meno attenti si sono accorti che il bene più prezioso che abbiamo è il nostro territorio, risorsa esauribile e non riproducibile.

Molti sirolesi vivono di turismo e conoscono bene il valore, anche commerciale, del territorio di Sirolo, perché di particolare pregio naturalistico. La situazione attuale è al limite. Troppi cantieri abbandonati, troppo degrado. Per questo chiediamo che vengano valutate misure come la revisione totale delle potenzialità edificatorie in termini di quantità e qualità, ovvero di suolo edificabile e di indici di volumetria. Auspichiamo che questa variante sappia tener conto dell’invenduto e dei terreni edificabili non ancora edificati, che possono essere riconvertiti a zone agricole o ad altre destinazioni più utili alla comunità. Salviamo il salvabile, vogliamo che Sirolo resti un’oasi ambientale e che non sia messa a rischio dalle scellerate politiche di speculazione edilizia a vantaggio di pochi e a discapito di tutti.


Vorremmo che in questa variante sia conseguenza di un nuovo approccio, sostenibile, all’ambiente. Sappiamo tutti per i recenti fatti di cronaca che il consumo di suolo accelera o innesca fenomeni di dissesto idrogeologico. Non vorremmo mai che accadesse nel nostro paese quanto purtroppo accade intorno a noi. Per far sì che il nostro futuro sia sicuro, non possiamo affidarci al caso e alla imprevedibilità dei fenomeni atmosferici, ma dobbiamo mettere in atto una seria politica di gestione del territorio.

Circolo PD di Sirolo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2014 alle 16:02 sul giornale del 08 novembre 2014 - 1331 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, partito democratico, sirolo, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abbo