Zipa, la Giunta propone il recesso al Consiglio

Zipa Ancona 07/11/2014 - Il Comune di Ancona intende recedere dal Consorzio Zipa: una proposta di deliberazione al consiglio comunale in questa direzione è stata approvata ieri (6 novembre ndr) dalla giunta e sarà sottoposta al voto dell’aula consiliare, così come previsto dallo Statuto del Consorzio che stabilisce che la volontà di ritirarsi deve essere espressa dal Consiglio dell’ente recedente.

E' infatti ritenuta da tempo non più procrastinabile una scelta netta sul futuro del Consorzio che versa da tempo in una gravissima crisi economica e finanziaria. Tale crisi, il difficile contesto produttivo e le scelte di governo del territorio nonchè quelle di pianificazione della Regione che escludono un ulteriore consumo di suolo per aree produttive mostrano chiaramente l'impossibilità di vedere un futuro per il Consorzio e per quella mission che per anni ha costituito il nucleo centrale della sua attività.

Per questo il Comune si è battuto nell'ultimo anno per orientare tutte le decisioni del CDA e dell'assemblea dei soci nella direzione di un drastico abbattimento dei costi aziendali in assenza di ricavi da attività caratteristica. La mancanza di un futuro per Zipa impone oggi anche di proporre al Consiglio una deliberazione che esprima la volontà di recesso dalla compagine del Consorzio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2014 alle 15:51 sul giornale del 08 novembre 2014 - 1625 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, zipa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abbk


Un carrozzone politico in meno ma altri trombati da sistemare da qualche parte.