Autotrasporto: "Il governo deve rispondere". Partecipata assemblea regionale ad Ancona

Gilberto Gasparoni 2' di lettura Ancona 10/11/2014 - Prosegue la mobilitazione dell’autotrasporto con una partecipata assemblea regionale unitaria alla presenza dei segretari nazionali di Confartigianato, Fai, Fiap e Sna Casa Artigiani.

Le proposte del Ministro dei Trasporti Lupi, presentate giovedì pomeriggio alla categoria, i contenuti dello “Sblocca Italia” e della “Legge di Stabilità”, inerenti l’autotrasporto di merci, sono state oggetto di confronto con gli autotrasportatori marchigiani.

In questi giorni il Governo ed il Parlamento stanno dedicando attenzione ai problemi del settore tanto che Lupi dopo diversi mesi di ritardo ha presentato un pacchetto di proposte tendenti a modificare il sistema dei costi minimi di sicurezza ed ha finanziare gli interventi per il settore con uno stanziamento di 250 ml€ dedicati alla riduzione dei costi che rimangono sempre molto alti e che mettono i vettori italiani in gravi difficoltà rispetto ai vettori esteri. Nello “Sblocca Italia” sono stati inseriti cinque interventi, dal cabotaggio, all’Albo Autotrasportatori, ai pagamenti nella filiera, al requisito dell’onorabilità con la garanzia antimafia, mentre nella legge di stabilità sono stati previsti 250ml€ per il settore per il 2015. Ma i problemi sono ancora tanti hanno denunciato ad Ancona i dirigenti regionali e quelli nazionali con Sergio Soffiatti Segretario Confartigianato Trasporti, Pasquale Russo Segretario FAI-Conftrasporto, Roberto Galanti Coordinatore FIAP-Conftrasporto, e rappresentanti della SNA CASA Artigiani, che hanno relazionato anche sull’esito dell’incontro con il Ministro Lupi. La categoria ha deciso di continuare la mobilitazione dell’autotrasporto di merci 5.000 aziende nelle Marche, con 10.000 addetti, che tengono duro e vivono tra grandi difficoltà causate dalle mancate risposte del Governo e da una crisi esasperata dalla concorrenza sleale svolta dai vettori stranieri che scorazzano in lungo ed in largo sulle autostrade italiane.

Le associazioni dell’autotrasporto Confartigianato Trasporti, Fai, Fiap e Sna Casartigiani, che hanno promosso l’assemblea regionale unitaria hanno raccolto le priorità della categoria nelle diverse assemblee regionali, e martedì a Roma trarranno unitariamente una posizione che sarà rappresentate al Governo ed al Parlamento. I trasportatori chiedono il Mantenimento delle Accise e delle deduzioni forfettarie; la Salvaguardia dei costi minimi la battaglia al cabotaggio illegale; Mantenimento dei fondi per l’autotrasporto merci (300ml€), modifica del calendario dei divieti di circolazione, accorciamento della filiera, l’eliminazione della burocrazia inutile ed un efficace funzionamento dell’Albo dei Trasportatori eliminando dal settore le ditte “fasulle” ecc...

All’assemblea è intervenuto l’On. Piergiorgio Carrescia sostenitore di un emendamento contro il cabotaggio illegale ed i consiglieri della regione Marche Enzo Giancarli Presidente della Commissione Trasporti che ha presentato una mozione contro gli elevati costi nel settore e per il rispetto dei costi minimi, Daniele Silvetti e Daniele Berardinelli.


da Gilberto Gasparoni
Segretario Confartigianato Trasporti e Logistica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2014 alle 16:37 sul giornale del 11 novembre 2014 - 1112 letture

In questo articolo si parla di attualità, Confartigianato Trasporti Marche, gilberto gasparoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abiM