Crisi economica. Un fondo di solidarietà per sostenere persone o nuclei famigliari in difficoltà

Soldi Ancona 10/11/2014 - Il Comune di Ancona ha deciso di concedere contributi straordinari una tantum a favore di persone o nuclei familiari nei quali sia presente un lavoratore disoccupato o collocato in CIG o con riduzione dell’orario di lavoro.

La finalità è quella di intervenire a favore dei lavoratori colpiti dalla crisi economica, con perdita del proprio lavoro o collocati in cassa integrazione e/o comunque interessati da riduzione dell’orario di lavoro, attraverso la concessione di contributi una tantum legati al crearsi ed al permanere di tali condizioni lavorative.

“Questa Amministrazione, pur avendo esigue risorse, continua ad individuare strumenti utili a supportare le famiglie che più soffrono l'attuale condizione di crisi economica – afferma l’assessore alle Politiche Sociali, Emma Capogrossi -. Siamo consapevoli che non sono interventi risolutivi ma per qualche persona di sicuro sollievo”.

Il lavoratore per beneficiare del contributo deve essere residente da almeno tre anni continuativi nel Comune di Ancona, essere cittadino italiano o cittadino appartenente agli Stati dell’Unione Europea con documento di regolare soggiorno in Italia o cittadino extracomunitario in possesso di un documento che attesti il soggiorno, essere in possesso di attestazione ISEE 2014 – redditi 2013 non superiore ad € 19.000,00; essere lavoratore o disoccupato o in mobilità o cassa integrazione. Le persone o i nuclei familiari che si trovano in queste condizioni lavorative e che hanno utilizzato nell’anno 2013 uno o più dei seguenti servizi Comunali come Nido d’infanzia e Centro infanzia, Mensa scolastica o Centri estivi, possono chiedere un contributo economico una tantum pari ad € 600,00 che sarà modulato percentualmente tenendo conto della condizione lavorativa di appartenenza e a seconda se sia o meno usufruito dell’esonero dal pagamento dei servizi a domanda individuale.

I moduli di domanda sono disponibili: – on-line sul sito del Comune www.comune.ancona.it; – presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Piazza XXIV Maggio); Ufficio stampa – tel. 071 2222144 – 2222316 - 2222321 – presso le 4 sedi del Distretto Sociale Unico. Le domande devono essere presentate presso le 4 sedi del Distretto Sociale Unico: • Centro (Viale della Vittoria 39, tel. 071 2225130 – 2225112 – 2225127); • Piano (Via Ascoli Piceno 10, tel. 071 2225142 – 2225143); • Nord (Collemarino, c/o Circoscrizione Piazza Galilei 12, tel. 071 2225171); • Sud (Piazza Salvo d’Acquisto, tel. 071 2225181); nel seguente orario di apertura al pubblico: Lunedì 9.00 - 13.00 Martedì 15.00 - 17.00 Mercoledì 9.00 - 13.00 Giovedì 10.00 - 16.00 Venerdì 9.00 - 13.00






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2014 alle 15:38 sul giornale del 11 novembre 2014 - 3083 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, ancona, comune di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abiq