Camerano: 30 mila euro di cocaina nel mangime per animali. Nei guai un giovane

1' di lettura 11/11/2014 - Giovane di Camerano trovato in possesso di 405 grammi di cocaina. Arrestato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Ancona.

Erano circa le 11 di lunedì, quando i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Ancona, nel corso di specifici servizi finalizzati al contrasto sull’attività di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti ed in collaborazione con i militari della Compagnia Carabinieri di Osimo, traevano in arresto, in flagranza di reato un giovane del luogo. Si tratta del 32enne Stefano Caratozzolo responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Nel corso di una perquisizione presso la sua abitazione, nella campagna del comune di Camerano, veniva trovato in possesso di grammi 405,9 di cocaina ed un bilancino di precisione. In particolare il bilancino veniva trovato all’interno della abitazione mentre la droga veniva rinvenuta in un magazzino attiguo al casolare, dove venivano cutoditi attrezzi agricoli e mangimi. La droga era stata nascosta all'interno di un bidone pieno di mais per gli animali, celato all’interno di alcuni barattoli in vetro, e suddiviso in più involucri, alcuni dei quali già preparati in singole dosi, da circa un grammo, pronti per lo spaccio al dettaglio.

Una volta immesso sul mercato, lo stupefacente, avrebbe fruttato circa 30 mila euro. L’arrestato è stato rinchiuso presso il carcere di Ancona Montacuto a disposizione della Procura della Repubblica di Ancona. In corso ulteriori accertamenti sulla provenienza dello stupefacente.








Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2014 alle 14:08 sul giornale del 12 novembre 2014 - 1070 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ablZ