Berruto, CT della nazionale maschile italiana di Volley ospite ad Ancona

Ancona 12/11/2014 - Diffusione della “cultura del movimento” come dovere civico, il tema al centro del suo intervento di fronte al Consiglio regionale.

Ospite d’eccezione al Consiglio regionale del Coni Marche. In sala, al PalaRossini di Ancona, ha fatto il suo ingresso Mauro Berruto, allenatore della Nazionale maschile italiana di Volley. Nel suo intervento, Berruto ha messo in evidenza “l’assenza di una vera cultura dello Sport in Italia. Occorrono - ha detto - investimenti nella cultura del movimento in senso lato. Il primo passo è da compiersi, senza dubbio, all’interno delle scuole a partire dalla primaria, perché si comprendano e si trasmettano i valori delle emozioni, della fatica e del sacrificio, delle regole e della disciplina. Ma l’importanza dell’attività sportiva - ha proseguito - si misura anche in rapporto alla salute ed al servizio sanitario. Pensiamo solo ai problemi di obesità e sovrappeso che colpiscono soprattutto le giovani generazioni. Anche in questo caso, dunque, è fondamentale sensibilizzare al tema il sistema scolastico. È inoltre ormai dimostrato come ad un euro investito nello Sport corrispondano 3 euro di risparmio nel sistema della Sanità pubblica. L’investimento nella cultura del movimento - ha aggiunto ancora - deve andare oltre l’idea degli investimenti nella manutenzione di campi sportivi, palestre e della fornitura di attrezzature. Si tratta di un aspetto che deve riguarda l’intera società: parchi, strade, piazze in un’ottica di diritto alla Salute. Lo sport - ha concluso - non è solo benessere individuale, ma dovere civico”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2014 alle 15:45 sul giornale del 13 novembre 2014 - 985 letture

In questo articolo si parla di sport, Coni Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abpY





logoEV