VivereVerde: la Gerbera e i suoi fiori colorati

Massimiliano Cerri Ancona 13/11/2014 - La Gerbera è una pianta erbacea perenne molto apprezzata per i fiori colorati, utilizzati anche recisi.

Gerbera (Gerbera jamesonii)

La Gerbera appartiene alla famiglia delle Asteraceae e comprende numerose specie originarie dell’Africa meridionale. Le sue foglie sono rotondeggianti da giovani e con la maturità diventano grandi, lanceolate e profondamente lobate e al tatto risultano pelose. Come tutte le Asteraceae i fiori sono portati da lunghi steli che terminano con una infiorescenza a capolino che porta i fiori veri e propri così disposti: fiori femminili ligulati a forma di petalo, e fiori ermafroditi con funzionalità femminile e fiori ermafroditi con funzionalità maschile che compongono il disco, la parte centrale del capolino. Il colore è dato dai fiori ligulati che possono essere bianchi, rossi, gialli, rosa, viola con varie sfumature secondo la specie e della varietà. Esistono poi gerbere a fiori semplici o a fiori doppi. La pianta è caratterizzata da un rizoma dal quale si sviluppano le radici che si spingono anche fino a un metro di profondità. Con termine Gerbera in realtà si intende anche il genere ai cui appartengono; esistono un centinaio di specie tra le quali la più diffusa e commercializzata è la Gerbera jamesonii.

Coltivazione

Terreno

Queste piante prediligono un buon terreno fertile e senza ristagni idrici. Se volete trapiantarle nel vostro giardino, durante la primavera fate prima una buca profonda circa il doppio del vaso, dove si trova la pianta. Sul fondo della buca mettete 15 cm buoni di terriccio universale, mettete la pianta e richiudete la buca e annaffiate, per facilitare la coesione fra la zolla di radici e il suolo. La terra prima dell’impianto cercate di lavorata bene, in maniera tale da non creare ristagni idrici e facilitare lo sviluppo delle radici e di conseguenza, della pianta. Tenete una distanza di 25 cm circa fra le piante.

Esposizione
Vanno collocati in un luogo luminoso e semi-soleggiato, richiedono buona luce ma non quella diretta del sole. Sopportano bene il caldo, non hanno problemi in estate; ma in inverno è consigliabile di non scendere sotto i 5°C, se arrivano le temperature, intono allo zero gradi le piante muoiono. In appartamento la pianta deve essere collocata in una posizione molto luminosa con luce diffusa e con una temperatura ambientale costante intorno ai 16°/18°C. diciamo che il range di coltivazione si trova nell’intervallo tra 10°/21°C.

Annaffiature
Fate molta attenzione per quanto riguarda le annaffiature perché sono il segreto di una vita lunga per le Gerbere; vanno annaffiate non abbondantemente e occorre lasciare asciugare il terreno in superficie tra un’irrigazione e l'altra. Molto spesso sono soggette al marciume del colletto o malattie fungine che aggrediscono le foglie e quindi meglio non esagerare.

Cure
Quando le radici della pianta si sono sviluppate fino a riempire il vaso e spesso fuoriescono dai fori posti sul fondo del contenitore, possiamo trapiantarla in primavera, in un vaso più grande (2-3 misure più grande), utilizziamo sempre del terriccio universale; come avevamo detto, non amano i ristagni idrici pertanto ponete sul fondo del vaso dei pezzetti di coccio o uno strato di 2/3 cm di argilla espansa, che favoriscono lo sgrondo delle acque in eccesso. Asportate le foglie e i fiori che disseccano, eliminandoli alla base del picciolo perché i monconi di piccioli lasciati sulla pianta sono fonte di attacchi fungini (Botrytis). Inoltre eliminando le foglie vecchie si assicura una migliore circolazione dell'aria ed il passaggio della luce.








Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2014 alle 08:43 sul giornale del 14 novembre 2014 - 1298 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, fiori, Giardinaggio, vivere verde, piante, verde pesaro, massimiliano cerri, vivereverde, rubrica giardinaggio, piante pesaro, giardini pesaro, giardinaggio pesaro, articolo, Gerbera, Gerbera jamesonii, colorati, piante erbacee e piace a laurar

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/absh

Leggi gli altri articoli della rubrica VivereVerde