Area Marina Protetta, un Consiglio comunale grazie ad alcuni consiglieri di minoranza

Daniele Berardinelli| Ancona 18/11/2014 - Grazie alla richiesta avanzata da alcuni Consiglieri di minoranza, mercoledì 26 novembre alle ore 9 è stato convocato il Consiglio comunale di Ancona per approfondire il tema dell'area marina protetta della Costa del Monte Conero.

Visto che né i Consiglieri comunali né alcune associazioni interessate ​​​​sono stati coinvolti dai tavoli di lavoro organizzati dall'ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), attività propedeutica all'istituzione dell'Area marina protetta "Costa del Monte Conero" e che l'ISPRA ha la missione di avviare i lavori per la Redazione delle mappe di uso della zona marina potenzialmente interessata, ho ritenuto opportuno chiedere la convocazione del Consiglio per approfondire la questione finalizzato a coinvolgere quante più Associazioni e organizzare un tavolo di lavoro aperto a TUTTE LE ASSOCIAZIONI E A TUTTI I CITTADINI dove elaborare una proposta da discutere con l'ISPRA, oltre a farsi promotori come Comune di Ancona di in un incontro con l'ISPRA aperto anche agli altri Comuni potenzialmente interessati all'Area marina protetta della Costa del Conero.

Daniele Berardinelli Forza Italia Comune di Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2014 alle 19:42 sul giornale del 19 novembre 2014 - 1265 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abHZ


Franco Vecchietti

21 novembre, 17:23
Area marina protetta. Un altro carrozzone? Per che cosa? Per avere su pochi chilometri di costa zone interdette alla balneazione, all'ormeggio e all'ancoraggio e al semplice transito di imbarcazioni? Per avere divieti di immersione libera, di pesca dei moscioli, che sono parte della cultura e della tradizione locale.
Utenti nautici, pescatori sportivi, subacquei, operatori turistici, aziende della nautica e delle attrezzature sportive: TUTTI DANNEGGIATI !!!
Poi quando tante aziende legate alle attività3 marinare chiuderanno, sentiremo le solite lacrime di coccodrillo sulla disoccupazione.




logoEV