Profughi all'ex Tubimar. "FN rassicurata dal Vice Prefetto"

porto di ancona Ancona 19/11/2014 - Si è tenuto nella mattinata di martedì presso la Prefettura di Ancona in Piazza del Papa l’incontro tra Paolo De Biagi, vice Prefetto vicario, e Davide Ditommaso, coordinatore regionale di Forza Nuova che aveva richiesto una audizione all’inizio di novembre in merito all’ipotesi dell’allestimento di un centro smistamento profughi presso la ex Tubimar.

“Ho ricevuto dal vice Prefetto ampie rassicurazioni sul fatto che ad Ancona non verranno allestiti centri profughi né permanenti né di smistamento-afferma Ditommaso- pertanto da questo punto di vista Forza Nuova si ritiene pienamente soddisfatta, essendosi fatta carico della logica preoccupazione degli anconetani. Oltre alla questione Tubimar Forza Nuova ha sottoposto all'attenzione della Prefettura una serie di richieste per fronteggiare il degrado e la dilagante criminalità straniera nel capoluogo.

Tra le proposte un presidio fisso da parte delle forze dell'ordine nei quartieri del Piano, Archi e Stazione, l’intensificazione dei controlli di identificazione e l’aumento dei provvedimenti di espulsione nei confronti degli extracomunitari socialmente pericolosi, o che non siano in grado di dimostrare un reddito tale da garantirne l’autosufficienza, come avviene in ogni Nazione europea.

Inoltre è stato chiesto di rafforzare i controlli sia sanitari che amministrativi sugli esercizi commerciali stranieri, e che nel caso di infrazioni vengano applicate sanzioni severe fino alla chiusura dell'attività, come già avviene nel caso degli esercenti italiani, lo sgombero immediato degli stabili occupati abusivamente da extracomunitari, nonché la loro riqualificazione ed assegnazione ai cittadini italiani sotto sfratto o che si trovino in una condizione di emergenza abitativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2014 alle 17:21 sul giornale del 19 novembre 2014 - 1164 letture

In questo articolo si parla di porto, attualità, forza nuova, ancona, porto di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abK3


Commento modificato il 19 novembre 2014

Ora che FORZA NUOVA abbia diritto di manifestare il proprio pensiero perché qualcuno ha deciso che non viola la costituzione con la ricostruzione del partito fascista può andare (con difficoltà) ma che ora le istituzioni (i minuscolo volutamente) "la rassicurano" che l'italia (i volutamente minuscolo) non rispettare il diritto internazionale ed europeo e non cercare delle soluzioni per cittadini, persone, ... di altre nazioni aventi diritto alla protezione internazionale in quanto provenienti da guerre dove l'italia (sempre minuscolo) qualche colpa ha mi sembra eccessivo.
Rispettiamo il diritto internazionale come hanno fatto altri Stati (volutamente con la S maiuscola) quando dei grandi personaggi o cittadini italiani sono fuggiti dal fascismo e dalla guerra e troviamo delle soluzioni decorose per chi ha diritto a prescindere e senza ma.
Per chi non ha diritto, ahime mi tocca dirlo, ha ragione F.N. siamo spedito accompagnato a casa.
Quindi se serve un luogo di accoglienza legittima bisogna realizzarlo e basta. Lo straniero non è buono solo quando raccoglie la frutta e verdura in nero per i nostri interessi.




logoEV