Esami di Stato, Miur: "Per quest'anno nessuna modifica". La notizia al convegno del Rinaldini ad Ancona

Esami 3' di lettura Ancona 19/11/2014 - L'importanza del Liceo Classico nella formazione dei giovani e la possibile integrazione con il Liceo Scientifico. Al seminario internazionale che si chiude oggi (20 novembre) ad Ancona è stata data la notizia che per quest'anno non entrerà in vigore alcuna modifica della seconda e della terza prova dell'Esame di Stato.

Mai convegno fu più tempestivo di quello che si tiene in questi giorni al Passetto di Ancona, che il Liceo Carlo Rinaldini, scuola capofila della Rete Marchigiana dei Licei Classici, ha promosso e organizzato con il Miur e con il Consiglio d'Europa, e che ha per tema "La centralità della cultura classica nei rapporti interculturali”. A pochi giorni dal "processo al Liceo Classico" che si è celebrato il 14 novembre al teatro Carignano di Torino, il seminario internazionale di Ancona è stato tra l'altro sede e occasione di discussione sull'argomento: gli studi classici sono da abolire dalla scuola italiana, in quanto responsabili della perdita di competitività dei nostri studenti? professoressa Alessandra Filipetti, autorevoli esperti tra cui il dirigente scolastico Paolo Corbucci, della Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici del Miur, che ha avuto anche il destro per annunciare che per quest'anno scolastico non andranno in vigore le modifiche già in cantiere della seconda e della terza prova scritte dell'Esame di Stato, tranquillizando così i docenti e i dirigenti scolastici presenti al convegno.

Il suo è stato un intervento molto lucido e documentato volto ad analizzare, nella prima parte, lo stato della formazione classica negli altri paesi europei, in declino, per poi sviluppare alcune considerazioni sull'importanza della cultura classica nella formazione culturale degli italiani: "mutuando – ha detto – e mettendo a sistema esperimenti già in corso nei Paesi Bassi e in qualche liceo italiano, si potrebbe integrare con la formazione scientifica, creando, come ha suggerito a Torino lo stesso Umberto Eco, un liceo che sia insieme classico e scientifico, in cui lo spirito critico indotto dallo studio dei classici interagisca con il rigore e la logica della preparazione scientifico/tecnologica. E anche allo studio delle lingue e alla formazione del cittadino europeo gioveranno moltissimo – ha concluso – proprio la conoscenza delle lingue latina e greca e le competenze che ne derivano". che ha sostenuto un parere analogo, contro la perdita d'identità che l'abolizione del Liceo Classico comporterebbe.

Ed è stato il professor Giorgio Trentin, docente di Lingue e Letterature della Cina e dell'Asia Sud­Orientale dell'Università di Macerata, dove è direttore dell'Istituto Confucio, a confermare tale importanza, testimoniando il ruolo imprescindibile che la tradizione storica ha nella cultura contemporanea cinese. Ne hanno discusso, presentati dalla prima collaboratrice della dirigente scolastica A dare manforte alle tesi del professor Corbucci, è intervenuto il professor Ugo Cardinale.

Dopo gli interventi di rappresentanti autorevoli della formazione scolastica della Giordania e della Russia, nel pomeriggio al Liceo Rinaldini, dopo un bel concerto del coro degli studenti diretto dal professor Marco Guarnieri, la conferenza della professoressa Rita Scocchera, ispettore dell'Usr Marche, appassionata difesa della "humanitas" che, ereditata dai classici, deve permeare la formazione dei nostri giovani, anche in funzione della comprensione e della integrazione di culture diverse così necessaria al tempo della globalizzazione, è servita da eccellente introduzione all'intervento del professor Luigi Miraglia dell'Accademia Vivarium Novum che con l'aiuto dei suoi discepoli, provenienti da tutto il mondo, ha dato al pubblico un saggio illuminante del valore e della capacità della lingua latina di comunicare ancora oggi, anche ai giovani. relazione della dirigente scolastica del Liceo Rinaldini professoressa Giulietta Breccia dal titolo "Dalla Governance della scuola alle relazioni internazionali”, cui seguirà il dibattito.

Il seminario prosegue e si conclude oggi, 20 novembre con la con la relazione della dirigente scolastica del Liceo Rinaldini professoressa Giulietta Breccia dal titolo "Dalla Governance della scuola alle relazioni internazionali”, cui seguirà il dibattito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2014 alle 19:37 sul giornale del 20 novembre 2014 - 1782 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, maturità, liceo rinaldini, esami di stato, Miur, nessuna modifica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abLG