"Salviamo i patronati". L'appello del consigliere Eusebi

paolo eusebi Ancona 19/11/2014 - Oggi, mercoledì 19 novembre, ho presentato assieme a colleghi di tutti gli orientamenti possibili immaginabili una mozione, che allego, a difesa dei Patronati, presidi di conoscenza e legalità.

Alla disperata ricerca di euro, il governo ha pensato (male, malissimo) di sforbiciare i fondi per i patronati con gravi conseguenze per la tutela dei diritti dei cittadini. Un taglio da 150 milioni di euro al fondo che li mantiene in vita e la riduzione del 35% dell'aliquota previdenziale destinata ad alimentarlo sono un altro sonoro schiaffo alla povera gente. Lo 0,226% dei contributi sociali versati da circa 21 milioni di lavoratori oggi assicura la possibilità di usufruire dei servizi gratuiti dei patronati. Queste misure metteranno in ginocchio quella rete di solidarietà che i Patronati da sempre garantiscono offrendo servizi gratuiti per lavoratori, pensionati, stranieri, italiani all'estero e disoccupati.

L'uguaglianza d'accesso ai diritti sarà di fatto cancellata. Non dobbiamo e non possiamo dimenticarci che il patronato è un istituto che dal 1947 esercita funzioni di assistenza e di tutela in favore dei lavoratori, dei pensionati e più in generale dell’intera collettività. Il ruolo previsto dalla legge per il patronato è infatti quello di tutelare i diritti individuali di qualsiasi cittadino presente sul territorio nazionale. L'attività di assistenza e consulenza di un patronato è mirata al conseguimento di prestazioni previdenziali, sanitarie e di carattere socio-assistenziale, comprese quelle in materia di emigrazione e immigrazione. Il patronato è emanazione diretta di una organizzazione sindacale, sia essa di lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi o di entrambe le categorie e come si ricordava il Fondo dei Patronati è alimentato da una quota dei versamenti dei contributi previdenziali obbligatori di tutti i lavoratori dipendenti. Ma c’è di più. Secondo una analisi delle Acli, per svolgere lo stesso lavoro, la Pubblica Amministrazione dovrebbe aprire e gestire circa 6.000 nuovi uffici e aumentare gli organici di oltre 5.000 persone con un costo complessivo (INPS, INAIL e Ministero dell'Interno) di circa 657 milioni di euro. Con questa riduzione dei fondi, i Patronati non potranno più garantire un servizio gratuito e ciò comporterà la perdita stimata di almeno 6 mila posti di lavoro.

E allora??? Caro governo, caro Renzi: ripensateci. Salviamo i patronati che spesso sono l'unico strumento di legalità sostanziale per i cittadini massacrati da leggi e tasse incomprensibili. In Italia e nelle nostre Marche, ecco chi dobbiamo salvare (salvo errori e dimenticanze) per non abdicare ai nostri diritti: Ente di Patronato e di Assistenza Sociale per gli Artigiani (CNA) (EPASA) Associazione cristiana artigiani italiani (ACAI) Associazione cristiana lavoratori italiani (ACLI) Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (ANMIL) Confederazione delle libere associazioni artigiane (CLAAI) Ente assistenza sociale agli artigiani (EASA) Ente Nazionale di Assistenza Sociale ai Cittadini (ENASC) Ente di patrocinio e assistenza per i cittadini e l'agricoltura promosso da Coldiretti (EPACA) Ente di patronato e di assistenza sociale (EPAS) Ente nazionale assistenza sociale (ENAS) Ente nazionale assistenza patrocinio agricoltori (ENAPA) il patronato della Confederazione generale dell'agricoltura italiana Ente nazionale confederale assistenza lavoratori (CISAL) Ente nazionale di assistenza al cittadino (ENAC) Ente nazionale di assistenza sociale per i commercianti (ENASCO) Federazione nazionale autonoma lavoratori commercianti e artigiani (FENALCA) Istituto Nazionale Assistenza Piccoli Imprenditori (INAPI) Istituto nazionale confederale di assistenza (CGIL) (INCA) Istituto nazionale di assistenza e di patronato per l'artigianato (Confartigianato)(INAPA) Istituto nazionale di assistenza sociale (INAS) INPAS - Istituto nazionale di previdenza e assistenza sociale - promosso dalla Confsal Istituto tutela ed assistenza lavoratori (ITAL) Patronato LABOR Servizio nazionale assistenza sociale (SeNAS) Servizio italiano assistenza sociale e per i servizi sociali dei lavoratori (SIAS) INAC - Istituto Nazionale Assistenza Cittadini - promosso dalla CIA Confederazione Italiana Agricoltori (INAC).

In allegato pdf la mozione



...

...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2014 alle 12:54 sul giornale del 20 novembre 2014 - 990 letture

In questo articolo si parla di attualità, Paolo Eusebi, consigliere regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abJO