Sblocca Italia, Verdi: "Non vogliamo tornare al Medioevo energetico, la Regione faccia ricorso"

Carrabs e Cardogna, Verdi Marche 3' di lettura Ancona 20/11/2014 - La Regione faccia ricorso alla Corte Costituzionale o si rischia un Medioevo energetico. E' questo il nocciolo della questione lanciata dal gruppo dei Verdi in Regione contro lo 'Sblocca Italia'. Possibili "danni" anche a Falconara, San Benedetto e coste marchigiane. I video

Una mozione urgente per impegnare la Giunta regionale a ricorrere avanti la Corte Costituzionale per impugnare gli articoli 37 e 38 dello Sblocca Italia, diventato Legge l'11 novembre scorso, poichè ritenuti dai Verdi "incostituzionali". E' questo l'impegno del Consigliere regionale Adriano Cardogna ed il Gruppo Verdi che oggi, giovedì 20 novembre, hanno presentato il documento alla stampa in vista del Consiglio regionale di martedì prossimo. “Non vogliamo e non possiamo tornare al ‘Medioevo energetico’ - esordisce il Capogruppo dei Verdi Adriano Cardogna mutuando il termine dal prof. Marco Santarelli - a causa di una scellerata politica fossile portata avanti dal Governo nazionale con lo Sblocca Italia".


L'appello va, dunque, a Spacca che impugni le norme della Legge 'Sblocca Italia' in materia di energia, che renderebbero incontrollabili lo stoccaggio di gas di San Benedetto del Tronto così come il rigassificatore di Falconara e le trivelle davanti alle coste marchigiane. "Il Presidente della Regione, in quanto legittimato a produrre ricorso presso la Consulta – ribadisce Cardogna– deve far valere le prerogative della comunità marchigiana, pena la mortificazione delle funzioni amministrative regionali e locali in materia di programmazione, difesa dell’ambiente e salvaguardia della salute".

Un ricorso, questo, che si baserebbe su diversi presupposti tra i quali l’illegittimità del titolo concessorio unico al posto di due distinti per i permessi di ricerca e concessione di coltivazione e l’estromissione degli enti locali dal procedimento amministrativo, tra cui la Regione stessa. “Una follia in tempi di federalismo” dice Paolo Canducci Assessore all'ambiente del Comune di San Benedetto del Tronto che sottolinea come "l'intesa della Regione sia un atto politico e non amministrativo per cui l’Ente ha diritto di partecipare alle decisioni assunte in sede statale e, in caso di mancato accordo con lo Stato, potrebbe portare all’attenzione della stessa Corte il problema, provocando un conflitto di attribuzione. Ciò è estremamente importante anche perché dobbiamo portare a termine l'azione contraria, della stessa Regione e del Comune che amministro, alla costruzione del deposito di gas proprio a San Benedetto”.

"Dobbiamo valorizzare le azioni territoriali, puntare alle energie rinnovabili, al risparmio energetico e al patrimonio urbano - precisa amareggiato Gianluca Carrabs, presidente onorario dei Verdi - invece ci troviamo a puntare ancora sul vecchio, il petrolio. Non possiamo dire di valorizzare il bel paese ed invece favorire i gruppi petroliferi e del gas".

Una richiesta urgente, in definitiva, quella fatta dai Verdi alla Giunta regionale per la "salvaguardia dei beni comuni e delle peculiarità del territorio e dei suoi valori soprattutto in un momento in cui il mare Adriatico è uno dei pilastri fondamentali della Macroregione adriatico ionica lanciata proprio in questi giorni a Bruxelles" evidenzia Carrabs. E proprio sulla questione della Macroregione adriatico ionica che Cardogna invita a riflettere. "Appartenere alla famiglia della Macroregione pone anche limiti. Se la Croazia estrae petrolio e ci fa correre gli stessi rischi come se lo estraessimo noi, perchè noi dobbiamo rischiare?".








Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2014 alle 15:08 sul giornale del 21 novembre 2014 - 1127 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, ancona, falconara marittima, san benedetto, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo, Carrabs e Cardogna, Verdi Marche e piace a dluks

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abNW