Il Piano strategico entra nel vivo. Inviati al Consiglio indirizzi e temi

Ancona 25/11/2014 - Presentato lo scorso mese il documento metodologico preliminare, redatto con il supporto dell’esperto Jolanda Romano anche sulla base delle prime interviste a un campione di ”portatori di interesse” e condiviso con il Consiglio comunale, ora il percorso partecipato del Piano strategico entra nel vivo per realizzare compiutamente quel processo di ascolto della comunità finalizzato alla riappropriazione dell’identità cittadina e alla individuazione delle linee strategiche per lo sviluppo di Ancona.

La giunta comunale su proposta dell’assessore Ida Simonella ha approvato una proposta di deliberazione al Consiglio comunale che sancisce gli indirizzi del Piano strategico stesso e i cinque temi specifici sui quali si articolerà l’intero percorso. Se gli indirizzi sono già abbastanza condivisi in questa fase preliminare e vanno verso la ridefinizione dell’identità cittadina e lo scenario di sviluppo a medio e lungo termine con la partecipazione dei cittadini, i cinque temi individuati tracciano una strada più inedita. Quali sono le grandi direttrici che il Piano strategico dovrà percorrere con la partecipazioni di cittadini e stakeholders?

Prima di tutto la riqualificazione della città e in particolate i suoi snodi del porto storico e il centro città, i contenitori storici e la Mole Vanvitelliana; poi la Promozione della città che implica una riflessione attorno allo sviluppo del turismo, alla cultura del mare e il diporto, l’accessibilità del patrimonio storico e culturale.

C’è poi il capitolo dell’Innovazione e sviluppo economico della città che comprende la valorizzazione dei saperi e delle eccellenze locali e il rapporto con l’Università, le start up e l’occupazione giovanile Un altro tema individuato riguarda l’Accessibilità e fruibilità della città dove ampio spazio va dedicato alla mobilità sostenibile e senza barriere. Infine, l’ultimo tema è il Capitale sociale e reti, vale a dire gli spazi pubblici per le attività culturali, il volontariato e associazionismo nell’ambito dei servizi al cittadino

. Il documento approvato oggi dalla Giunta sarà sottoposto al voto del Consiglio, che permetterà di procedere con la gara per l’incarico al “gestore” del percorso partecipato, dell’evento di start (Open Space Technology) aperto a tutti i cittadini, tutte le fasi di ascolto e i tavoli di lavoro fino alla redazione del documento strategico vero e proprio.

Dopo la fase preliminare parte ora il percorso operativo. Non sarà un soggetto esterno, un presunto esperto tecnico a definire le strategie della città – afferma l’assessore Simonella ma i cittadini stessi, le associazioni, le comunità che vorranno dare un contributo, guidate – questo sì – da facilitatori e soggetti capaci di valorizzare al meglio la partecipazione di tutti”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2014 alle 16:06 sul giornale del 26 novembre 2014 - 1140 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ab28